lunedì 11 febbraio 2008

E' arrivato il momento.

Il 15 di questo mese dovrebbero ricominciare i lavori che permetteranno al nostro comune di scrollarsi di dosso l'annoso problema della strada statale 106. Domenica scorsa ho parlato con il sindaco, Ing. Francesco La Manna, che mi ha assicurato che i lavori partiranno.

L'Ing. La Manna, uomo votato al dialogo, ha espresso le sue speranze in merito all'inizio dei lavori ma anche le sue perplessità, dato che più di una volta siamo stati beffati da una macchina burocratica che ci ha ingannati con false promesse e ritardi.

Questa volta però non possiamo permettere che i lavori per la nostra strada vengano ancora rinviati. Non possiamo permettere che gallerie inaugurate anni fa restino ancora inutilizzate.

Nel caso così fosse, il primo cittadino dovrebbe richiamarci ad un' azione di protesta alla quale noi giovani non possiamo sottrarci. Potremmo anche bloccare un'altra volta la strada come abbiamo già fatto in passato.

Dialogo non deve voler dire indifferenza e sottomissione. Se il sindaco vuole, dobbiamo essere pronti a scendere in piazza e bloccare la strada. Solo così, forse, qualcuno inizierà a prendere sul serio le nostre giuste istanze.

Nella foto c'è lo stemma comunale di Montegiordano.


Ciao.

4 commenti :

Anonimo ha detto...

...tutti in piazza a combattere l'indifferenza dello stato nei confronti della nostra terra..l'esempio evidente??? le infrastrutture!!! se il sig. sindaco lo vorrà..noi come cittadini di montegiordano abbiamo il dovere morale di scendere in piazza...per un solo scopo: avere cio che vogliamo: progresso e legalità!

Anonimo ha detto...

immaginate un mondo. immaginate areoporti, ponti, energia solare, la salerno reggio calabria nuova, un mondo in cui tu puoi scegliere il tuo destino, noi siamo costretti ad andare via..perchè abbiamo paura di investire umanamente ed economicamente e sappiamo tutti il motivo..la paura che qualcuno ce lo possa impedire..il sud ha bisogno di grandi cambiamenti e io credo che...si puo fare! anzi si deve fare!

Anonimo ha detto...

deve cambiare l'umore della gente, deve cambiare lo sguardo verso il futuro..un uomo nn deve aver paura di combattere la negatività, si deve battere con civiltà..sud libero

Francesco ha detto...

I have a Dream!!!


Lo stesso di molti lettori...

Infrastrutture, ponti, strade....

La 106 a 4 corsie da Taranto a Reggio Calabria, il doppio binario sulla Jonica. Il porto passeggeri a Corigliano con la linea Corigliano - Patrasso(Grecia), l'aereoporto a Sibari..... a tanti altri sogni.

Con cose del genere.... e chi se ne andrebbe più dalla Calabria?????