martedì 26 agosto 2008

Paese Fantasma.


A qualche chilometro da Montegiordano, nell'entro terra Lucano, è possibile ammirare uno strano ma meraviglioso spettacolo, più unico che raro nel suo genere. Un paese fantasma.
Craco franò nel 1963, frana causata forse dall'imperizia nella manutenzione dell'impianto idrico. Appena passata l'ultima curva della strada che porta su in questo strano posto, lo spettacolo che mi si para davanti è emozionate, tanto che spingo la moto a tutto gas per entrare nell' "abitato". Come un bambino che ha visto da lontano l'amata giostra.

Il paese è arroccato sul lato di una collina, franato nel mezzo. La cosa che mi colpisce subito sono le finestre, vuote. Come degli occhi scavati senza orbite.
La prima passeggiata nel paese è esaltante. Tutto è in rovina, disabitato. Il paese però, se visto con occhio critico, non doveva essere brutto, anzi.... La struttura di Craco rispecchia appieno quella di un paesino medievale Lucano o Calabrese, sembra di passeggiare in un libro di storia.
A parte le rovine, tutto qui sembra essersi fermato a cinquant'anni fa. Le case, la struttura delle strade, adatte più a passeggiate sui muli che alle nostre auto, i magazzini, i luoghi comuni, tutto qui fa pensare che questo paese di frontiera fra passato e presente doveva essere ricco e popoloso. Un posto dove era bello vivere.
Ci sono alcuni dettagli che hanno catturato la mia attenzione. Ad esempio la cupola della chiesa madre, abbellita in uno stile più vicino a quello bizantino che a quello latino. Anche la forma sembra arabeggiante.


Insomma un bel tuffo nel passato. Craco è stato anche usato come set cinematografico per alcuni fil come The Passion of the Christ di Mel Gibson. Ormai infatti non può che essere usato a fini turistici o usi simili... l'idea di tornare a vivere a Craco è assurda. Eppure questi ruderi potrebbero essere salvati, la frana potrebbe essere contenuta se non altro per fare di Craco vecchia un posto da visitare turisticamente. Ogni anno invece alcune case vengono pericolosamente giù tanto da rendere le sporadiche visite dei passanti una vera avventura.

Qualsiasi altra parola mia qui sarebbe superflua, dovete solo avventurarvi sulle colline Lucane fino a Craco per ammirare il paese fantasma.

8 commenti :

manu ha detto...

Segno sull'agenda per l'anno prossimo!!;)
Intanto ho visto Valsinni!:)

Ma tu che giri tanto..perchè non creare una rubrica "turistica"??

Francesco D'Amore ha detto...

mmmmm

Ci penserò su.

Intanto per i paesi fantasma ho scoperto di avere una vera passione.

Ce ne sono alcuni in Calabria. vedrò di visitarli e di pubblicare alcune foto.

Un bacio manu.

carco girl ha detto...

ciao ciao bellissimo il blog complimenti!!sono contenta che alla fine a craco siete arrivati senza perdervi in fondo le mie indicazioni sono state efficaci...:P ps ve l'avevo detto che il mio paesino è stupendo!! un mega abbraccio al prossimo anno
Carmen

Francesco D'Amore ha detto...

Ciao CRACO GIRL!!!!!

Bellissimo il paesello.... ci ritorniamo insieme qualche volta, così ci darai qualche informazioni sul paese fantasma.

Ciao.

nicola corbino ha detto...

france se qualche volta ti trovi sulla salerno - reggio uscendo allo svincolo di Sicignano e seguendo la strada per Buccino chiedendo qualche informazione per strada troverai un paese completamente disabitato Romagnano al Monte. quando io l'ho visitato c'erano ancora documenti al comune e alla scuola elementare. visitarlo è stato interessante e soprattutto divertente. ciao nicola corbino

Anonimo ha detto...

io un paese fantasma lo conosco si trova sulla costa ionica!! tra Roseto e Amendolara!!

se ci andate a novembre è molto inquietante..da visitare il lungomare fantasma verso le otto di sera..veramente suggestivo!!!

se vedete una macchina gialla a tutto gas..non spaventatevi ...è pelè che fa una passeggiata!!!

Anonimo ha detto...

cioè tra roseto e rocca..scusate!!

Anonimo ha detto...

se vedete una macchina gialla..............hahahahahahahahahahahahahahahahahahaha