domenica 25 gennaio 2009

Montegiordano, Calabria

Da un po di tempo, in vari forum sto leggendo di gente che vorrebbe fare rivoluzioni inutili. Antistoriche.

Montegiordano è calabrese e resterà tale. Non credo che abbia senso un cambiamento.
Una cosa del genere serve solo a far parlare la gente che non ha altri argomenti validi e cerca soluzioni astratte a problemi invece concreti.

Non capisco proprio cosa dovrebbe cambiare con Montegiordano in provincia di Matera.....

Ma veramente credete che cambiando regione Montegiordano possa cambiare il suo stato di abbandono generale????

Noi apparteniamo ad una comunità identificata da sempre come l'Alto Jonio Cosentino. Storicamente siamo Calabresi perché apparteniamo a questa comunità. Dobbiamo lottare perché questa comunità cresca insieme e non per passare ad una diversa aggregazione territoriale.

Ma veramente vi sentite lucani????

Beh ragazzi.... io sono nato a Cosenza, sono nato calabrese e spero di morire tale. Se Montegiordano passera in Basilicata io mi porterò la residenza nella capitale dei Bruzi. Non l'ho fatto fin'ora perché mi sento legato al mio paesello. Ma il giorno dopo che Montegiordano divenisse lucano, io sarò un orgoglioso residente Cosentino.

Ciao.


E fatemi sapere cosa ne pensate.

14 commenti :

Anonimo ha detto...

Non andate via,ragazzi. Gli attuali amministratori con il Psa (una specie di piano regolatore)hanno previsto due porti marittimi:uno a Montegiordano e l'altro a Rocca Imperiale. In vista della campagna elettorale ora promettono di tutto,anche il porto. Che bello!!!!!!! Almeno a Policoro hanno realizzato "Marinagri". Un insediamento nel mare, il più grande d'Europa.

Anonimo ha detto...

calabria o lucania se i grossi centri non creano sviluppo tutti gli altri piccoli centri non avranno mai vita economica.. per creare sviluppo ci vuole produzione ,per creare produzione ci vogliono le grosse imprese italiane e straniere che vengono a investire tra corigliano e metaponto... prendete come esempio la fiat di melfi (pz) è solo una produzione, ma da da mangiare a parecchie famiglie "crisi permettendo"... la morte dell'alto jonio, a prescindere se questo è "COSENTINO" o "MATERANO" è morto o quasi ..per il semplice motivo che dalle grandi corp. italiane e straniere(fiat, nestlè, google, honda samsung ecc.. a quelle medie (di qualunque genere alimentare ,informatico, tecnologico( non investono nel territorio stesso per motivazioni che risalgono alla famosa "questione meridionale"...le imprese danno da mangiare alla gente..e solo così che si creeranno i servizi.. quindi o si resta in calabria o si va in lucania .. nn dovrebbe cambiare molto... PS alle grandi corp non gliene frega nulla di investire in sud italia
1 perchè costerebbe loro troppo
2 perchè pargerebbero pure il PIZZo a qualcuno
3 perchè preferiscono farlo dove non c'è mafia "tipo in IRLANDA fino a pochi anni fa considerata area depressa d'europa dopo il sud italia...

è tutto!

Anonimo ha detto...

è vero giusto ma io come molti la differenza la vedo se pur minima tra calabria e basilicata!!!
basta lasciare rocca imperiale in direzione novasiri e già inizi a vedere strade piu scorrevoli sicure e ammodernizzato basta addentrarsi un'altro po e vedi centri commerciali divertimenti e paesi molto piu popolati, vedi scuole superiori, vedi ospedali( tra quello di policoro e quello di trebisacce c'è una differenza abissale a mio avviso per esperienze personali!!!!!!!), vedi servizi vedi spiaggie attrezzate porti e darsene!!!! in calabria ci sono poche di queste cose e se ci sono sono concentrate in pochi paesi invece di suddividerle equamente tra tutti!!! eppure non mi sembra che in basilicata siano tanto piu intelligenti di noi, oppure no?? bo io non ci credo ma sicuramente fanno girare meglio le loro valvole del cervello!!! svegliamoci!!!

Anonimo ha detto...

assolutamente no io non mi sento lucano, io sono calabrese e tale deve restare anceh il mio paese è storicamente calabrese non vedo il motivo perchè debba passare alla lucania!!! è vero magari saranno piu organizzati ma noi dobbiamo lottare per avere il nostro paese alla pari degli altri anche in calabria ci sono alcuni paesi in cui sono presenti dei servizi perchè montegiordano non può essere uno di quelli!! è troppo facile passare in mano a un'altra regione per risolvere i problemi!!!
pittosto creare una provinci di cosenza jonica!!!

Anonimo ha detto...

è vero ci vorrebbe una citta che fa girare l'economia in qualche modo!! un'esempio stupidissimo molti non sanno neanche l'esistenza della moka drink che è una bevanda di produzione strettamente calabrese e cosentina, ovvero è una gazzosa al sapore di caffe!! in italia non sanno neanche l'esistenza di una cosa tale!!! secondo me pubblicizata farebbe faville è una novità che nessuno si aspetta!!!
questo banale esempio è solo per farvi capire che qualche risorsa ce l'abbiamo iniziando a sfruttare quelle che abbiamo poi magari le grandi imprese italiane verrebbero si a investire nella nostra area!!!

Anonimo ha detto...

è vero la basilicata sembra un po piu possiamo dire ammodernizzata ma allora non è per questo secondo me che bisogna diventare lucani!!! io ho radici calabresi sono calabrese dalla nascita dalle origini e dai tempi dei tempi e ognino difende e lotta per avere migliore il paese al quale appartiene per cui non bisogna vendersi così!!

Anonimo ha detto...

forse perchè sono piu uniti, se ogni calabrese nel proprio paese fosse unito con tutta la gente compaesana pensandola tutti allo stesso modo almeno su principi fondamentali quali sanita lavoro scuola!! qualcosa si muoverebbe!!
ricordiamoci che il popolo conta siamo in una democrazia ma si deve muovere in massa!!
l'unione fa la forza!!!
forza clabria rialzati!!!

carmelo ha detto...

Buongiorno,
ho letto i commenti e mi trovo d'accordo su tante cose. Tuttavia non sono molto d'accordo sulle grandi imprese. Infatti gli insediamenti produttivi come lo stabilimento di Melfi risultano estremamente invasivi. Basti pensare alle acciaierie di taranto che hanno devastato un territorio morfologicamente splendido. In realtà quello che potrebbe risolvere questo problema è l'insediamento di piccole e medie imprese come alcune zone nel Veneto o in Lombardia.
Questo pè sicuramente meno invasivo di strutture industriali come L'Ilva di Taranto ma altrettanto produttivo. Inoltre la realizzazione di siti produttivi di questo tipo è facilitata dal fatto che non si tratta di un solo imprenditore che investe ma daun numero relativamente grande. Questo potrebbe essere facilitato con politiche REALI di sviluppo sostenibile e di tutela verso associazioni malavitose. Quì tuttavia appare il problema: la politica. Infatti a mio modo di vedere le nostre disgrazie provengono tutte dalla politica che in Calabria soprattutto viene usata come bacino di raccolta di denaro per i più furbi!!!
Infatti,per rispondere a chi dice che in Calabria non ci sono porti, questo non è esatto. La costa opposta allan nostra vanta diverse strutture in più con una maggiore densità di popolazione. Questo evidentemente perchè i politici provenienti da quelle zone hanno saputo dirigere investimenti più mirati (dove magari hanno anche mangiato) riuscendo a fare attività e strutture che in quest'altra parte della Calbria non abbiamo o lasciamo all'abbandono (vedi Sibari che è una delle strutture invidiate da molti posti ma assolutamente non sfruttata anzi...).
Quindi non c'è da andare in Lucania, basta cambiare questa classe dirigente che ad oggi ha fatto più danni che bene!!!

Saluti

Anonimo ha detto...

sempre e solo calabria!!!!indipendentemente da tutto..

Anonimo ha detto...

carmelo ha ragione, daltronde se non ci sono imprese grandi o piccole che siano, l'economia non gira e se l'economia non gira i paesi non crescono!!!
ma... non si era perlato appunto della zona industriale che doveva sorgere nelle vicnanze della nuova chiesa di montegiordano, con degli imprenditori mi pare pugliesi, che graeavano piccoli stabilimenti... che fine ha fatto questo progetto??? è stato uno dei blocchi dell'attuale amministrazione???
mah spero che la prossima amministrazione non pensi a fregare i soldi a un piccolo paese di 2000 abitanti ma pensi a fare il propio lavoro al meglio con loro soddisfazione anche, e con il loro stipendio che non è poco!!!!

Anonimo ha detto...

le imprese che sono presenti sul territorio montegiordanese non sono sufficenti a fare girare l'economia!! alcune attività aprono solo l'estate, ci vorrebbero imprese stabili come quella di giambattista e risoli solo così girererebbe a dovere!!

Anonimo ha detto...

mi dispiace x tutti colori che si sentono calabresi, ma la storia ci dice che Montegiordano era territorio Lucano...carta canta! http://it.wikipedia.org/wiki/File:Lucania_map.jpg

Anonimo ha detto...

aiuto è arrivato carmelo con la sua perla di saggezza!
per una volta sono d'accordo con lui.
per fare un passo avanti bisogna cominciare dal voto.cambiamo il corso della nostra amministrazione!votate nuovo!

Anonimo ha detto...

ciao,io non vivo da tanto tempo a mintegiordano,ma quando mi chiedono di dove sono rispondo:di un paese della provincia di Cosenza
in CALABRIA.Sono orgoglioso di essere di Montegiordano in CALABRIA,qualora se si passasse davvero in lucania sarei molto deluso dei Montegiordanesi e questo dimostrerebbe che la mamma degli stupidi e' sempre incinta
Ciao a tutti i Montegiordanesi CALABRESI