sabato 20 febbraio 2010

Montegiordano: Protezione Civile!



In questi giorni la politica e la cronaca nazionale hanno dato il peggio di se stessi scatenando un mare di fango su chi il fango è abituato a spalarlo fisicamente, e non per puro gioco di metafore fatto da parolai che riempiono i nostri giornali e le nostre televisioni di chiacchiere senza sostanza.
Mi riferisco a gente come Bertolaso che personalmente stimo perchè ulteriore conferma del detto che vuole chi sempre al centro delle critiche di chi è solo abituato a parlare, magari dietro un pagina di giornale.
Questo stato di cose che vede bersagliate le persone più attive e fattive della nostra Nazione da una nuova genia di radical chic senza spina dorsale ne dignità è tanto più aggravata nel nostro Montegiordano, dove la critica sembra essere il vero sport popolare a danno di quei pochi rimasti che ancora cercano di creare un substrato attivo nel deserto più desolante di una società ormai sola, triste e senza orizzonti. Per questo motivo prendo sempre ad esempio il caso Bertolaso per spiegare in piccolo il comportamento di gente abituata a sparlare in piazza o sul lungomare ma poco incline a prendersi le proprie responsabilità per il bene comune.

Dopo questo sfogo doveroso e questa mia piccola manifestazione di solidarietà verso il capo della Protezione Civile Nazione, vorrei far presente che anche noi a Montegiordano abbiamo un piccolo gruppo di protezione civile.Piccolo ma che vuole diventare grande anche con il vostro aiuto.

Posto di seguito l'appello di Gianbattista Solano ai lettori del Blog:

Caro Francesco,
vorrei fare un appello sul tuo blog, se sei d'accordo. Come sai Montegiordano ha la sede della Lipambiente che è protezione civile nazionale. Il presidente Antonio Roma, con il nostro modesto aiuto, sta cercando di riorganizzarla inmodo da renderla efficiente ed operativa. Possedere un patrimonio di tale entità non è poco, è segno di crescita e maturità di un popolo nel momento in cui si pensa anche alla solidarietà; l'esperienza dei nostri soci in Abruzzo è stata assai gratificante, pertanto un certo entusiasmo si è venuto a creare attorno all'iniziativa. Anche l'Amministrazione Comunale sembra essere disponibile e ha offerto già una sede che, per quanto possa sembrare poco idonea allo scopo, comunque manifesta una certa sensibilità. Ora è giunto il momento di ampliare le iscrizioni, nuove forze e professionalità di ogni genere e grazie a Dio qui da noi non mancano. Chiedo a Te ed ai navigatori di aderire alla Protezione Civile, sento che faremo belle ed utili cose per gli altri e per noi stessi, in un paese che porta verso la gente a chiudersi ed abbrutirsi in un silenzioso e rasssegnato oblìo. Preciso che l'iniziativa è assolutamente apolitica, c'è gente di destra e di sinistra.Vi aspettiamo!!!! Grazie Francesco per la collaborazione e per il servizio che offri.Buona Domenica.
Giamba Solano
Mi piacerebbe che tanti di voi, leggendo questo appello, si iscrivessero alla protezione civile Montegiordanese. E' un impegno serio, gratificante ed è segno di attaccamento vero il proprio territorio e il proprio paese.

30 commenti :

Anonimo ha detto...

"In questi giorni la politica e la cronaca nazionale hanno dato il peggio di se stessi scatenando un mare di fango su chi il fango è abituato a spalarlo fisicamente" Ma vava...bertolaso è peggio di berlusconi! E' ciò che si merita...

Anonimo ha detto...

indagato non vuol dire colpevole..non vi fate abbagliare da ciò che scrivono i giornali.la stampa non è la magistratura e tantomeno la giustizia,ma in italia non l'hanno ancora capito.

Salvatore ha detto...

francè, non condivido. bertolaso è stato anche intercettato! e non sono solo semplici chiacchiere di giornale. E poi, parliamo di Montegiordano, non facciamo confronti con la politica nazionale che già è UNO SCHIFO!

Francesco D'Amore ha detto...

Perchè non riportate qui le parti delle intercettazioni su Bertolsaso che secondo voi possono portare a dei reati???

Così ne parliamo insieme..... vediamo un po se riusciamo ad analizzare le cose in maniera elegante.

Qui mi sa che vogliamo far diventare l'Italia un mondo Orwelliano, dove una persona è colpevole anche per poche parole intercettate dal Grande Fratello di turno......

Ricordatevi che in italia c'è la presunzione di innocenza non di colpevolezza.

Anonimo ha detto...

ma cosa state dicendo?? ma seguite quello che accade!! se percaso ieri sera vi fosse capitato di vedere matrix vi sareste accorti che praticamente tutte le accuse rivolte a bertolaso si sgretolano in continuazione comprese le presunte escort che sono delle fiseoterapiste professioniste con tanto di specializzazzione!!! stanno cercando di metterlo alle strette solo perchè pur non essendo un politico è diventato troppo importante in italia e dunque piu facilmente attaccabile!! non attacchiamo chi sa fare (e l'ha dimostrato e sfido chiunque a dire il contrario) il suo lavoro e si rompe il culo per farlo!!!

Francesco D'Amore ha detto...

La cosa triste è che in Italia ormai no conta l'opinione della giustizia vera. Quando un uomo come Bertolaso viene colpito da un accusa del genere viene lapidato dalla stampa i maniera tale che anche se scagionato dai giudici, quelli "veri" intendo, ormai per l'opinione di alcuni è un delinquente e resterà tale.

Bisogna rompere questo rilancio allo sfascio.

Una persona è INNOCENTE fino a prova contraria. Una semplice regola democraatica che viene spesso dimenticata..........

Domenico Acciardi ha detto...

Per una corretta informazione, riporto quanto dichiarato dallo stesso BERTOLASO:“Non posso escludere una trappola”
''Non lo posso escludere''. Cosi' il capo della Protezione Civile Guido Bertolaso ha risposto, durante Ballaro' alla domanda se gli sia stata tesa una trappola che lo ha fatto finire nell'indagine della procura di Firenze.
''Io ho risolto i problemi dei rifiuti in Campania - ha detto Bertolaso - perche' ho avuto una collaborazione straordinaria delle forze dell'ordine che mi informavano in anticipo di quello che poteva accadere in occasione di un'apertura di qualche discarica e mi davano notizia in diretta su alcune societa' che potevano essere discutibili dal punto di vista della trasparenza. Io cosi' sono potuto intervenire, cancellando contratti e mandando a casa delle societa'''.
Sulla Maddalena, sottolinea Bertolaso, questa collaborazione invece non c'e' stata. ''Questa indagine inizia all'inizio del 2008 - ha spiegato - abbiamo iniziato a fare i lavori alla Maddalena ad ottobre del 2008, c'e' stato un terremoto a L'Aquila il 6 aprile ed e' stato intercettato un mascalzone che ha detto quelle cose orribili. Perche' non mi e' stato immediatamente detto che quello si era messo a ridere quando la gente moriva in Abruzzo? Perche' non mi hanno avvisato immediatamente invece di fare questi dischetti che si trovano in tutti i giornalai? Sarei stato certo e non avrei mai potuto far entrare questa societa'''.
''Io sono un funzionario dello Stato - ha ribadito - e ogni volta che mi e' stato segnalato per tempo che c'era qualcuno che stava commettendo un illecito sono potuto intervenire in anticipo ed evitarlo''.
''Io non sono un dietrologo, non so cosa possa essere accaduto - ha aggiunto -. Fatto sta che quando alla fine dell'anno e' uscito il sondaggio che diceva che ero tra i piu' popolari in Italia, mi sono preoccupato. E quando il presidente del Consiglio ha detto che mi nominava ministro, mi sono messo le mani nei capelli. Non perche' fossi felice'', piuttosto perche' ''sono una persona libera e indipendente, che deve dire dei no quando serve''.
E ancora: ''l'ingegner De Santis aveva approvato una serie di progetti per un importo superiore ai 650 milioni, mentre l'importo che avevamo previsto per tutti i lavori alla Maddalena era intorno ai 300 milioni di euro: quando mi e' stato presentato questo importo che praticamente raddoppiava quella che era la somma che noi avevamo preventivato, ho preso de Santis e l'ho mandato via''.
Cacciando De Santis dunque, dice ancora Bertolaso, ''ho fatto quello che dovevo fare come controllore di quella parte che era di mia competenza''. Il capo della Protezione Civile ha poi ribadito che ''quelli che sono stati chiamati alla Maddalena, fin dall'inizio, Balducci e gli altri, non sono degli architetti che ho preso per strada, o che ho trovato con un bando'' ma si trattava di ''funzionari del ministero dei Lavori Pubblici''.
Quanto a Balducci, Bertolaso ha sottolineato che alla Maddalena ''era responsabile diretto e non mi doveva rispondere, sulla base dell'ordinanza fatta il 19 marzo da Romano Prodi'': e' una ''persona competente ed esperta e sara' la giustizia a dire se ha sbagliato o meno''. Ma non si e' accorto che Anemone pagava le macchine e le case ai figli di Balducci, chiede Floris.
''Sono un pubblico ministero, sono un poliziotto che devo controllare queste cose? - risponde il capo della Protezione Civile - il mio compito e' quello di realizzare gli interventi nella massima trasparenza, che era assolutamente garantita. Quando mi sono reso conto dopo pochi mesi che si stava esagerando e che vi potevano essere dei dubbi, ho mandato via De Santis, cosa altro potevo fare? ''.

Francesco D'Amore ha detto...

Mi piacerebbe comunque che i lettori discutessero anche sulle questioni riguardandi la Protezione Civile Montegiordanese.....

Anonimo ha detto...

E certo...andate dietro Matrix!!Stiamo parlando di canale 5, tv privata ma soprattuto di Berlusconi!come pensate ke possa dire qualcosa contro...ma dai!

Anonimo ha detto...

Anonimo delle 20,10 come mi dispiace, hai dato prova di quanto sei attento a leggere.
La trasmissione di cui si parlava e che è stata citata è infatti ballarò, di sicuro non vicina a Berlusconi. Per favore, più attenzione, grazie !!!!!

Anonimo ha detto...

E' mai possibile che su ogni cosa si fa polemica? Andate a cacare!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Anonimo ha detto...

Caro anonimo delle 20.38 quello ke deve fare più attenzione sei tu! Se vai a leggere il commento dell'anonimo delle 2.13 del 21 vedrai che non ho sbagliato!!Saluti

Jetpac ha detto...

Bertolaso ha le sue responsabilità, e da persona seria quale é aveva rassegnato le sue dimissioni. Forse era troppo serio per governare un organo così potente.. e andava tolto di mezzo. Fossi in lui non mi fiderei di chi fa finta di difenderlo a spada tratta, e lo ha attratto in un vortice fangoso di corruzione e bustarelle. Dica quello che sa, e si dimetta, per la sua dignità.

Jetpac ha detto...

p.s. Penso anche io che la Protezione Civile non va scalfita dalle polemiche nate ad un uso improprio che se ne è fatto, per Grandi Eventi feste e cotillons. Che torni ad essere usata per le emergenze, e solo quelle.

Anonimo ha detto...

Cronaca | 16/02/2010 | ore 21.37 »
Maltempo: presidente Provincia Cosenza, situazione si aggrava di ora in ora (2)

MALTEMPO: PRESIDENTE DELLA PROVINCIA DI COSENZA, LA SITUAZIONE SI AGGARAVA DI ORA IN ORA.

(Adnkronos) - Il presidente Oliverio e' stato in continuo collegamento con il presidente della Giunta Regionale calabrese, Agazio Loiero, al quale ha chiesto di avanzare formale richiesta al Governo dello Stato di calamita' naturale, e con il responsabile della Protezione Civile regionale dott. Eugenio Ripepe, a cui ha chiesto l'intervento diretto della Protezione Civile regionale, soprattutto nelle situazioni di maggiore criticita' relativamente alle emergenze determinatesi.

Il presidente della Provincia di Cosenza nella mattinata di oggi aveva avuto modo anche di informare dettagliatamente della situazione il Prefetto di Cosenza. All'elenco dei comuni danneggiati dal maltempo forniti nei giorni scorsi oggi si sono aggiunti anche i centri di Mongrassano, Oriolo, Montegiordano, Castiglione Cosentino, Strada provinciale Destra Crati, Cerisano, Aprigliano e Belsito.

M2streaming ha detto...

Ci siamo anche noi tra i paesi dissetati!!

giuseppe salerno ha detto...

bertolaso innocente.allora dobbiamo vedere le società da lui interpellate per svolgere i lavori. non difendiamo l'impossibile,le figlie scrivono che è stato buttato fango, bene a me non frega niente che va con la massaggiatrice, il problema è che il signore è andato con un auto pagata da noi e la scorta pagata da noi, ma a chi la vuole fare bere bertolaso deve rispondere alla giustizia come devono fare in molti sia a destra che a sinistra.

Anonimo ha detto...

Cari amici, io mi iscrivo alla Protezione Civile, il Presidente locale mi ha dato il permesso dopo aver valutato per circa due anni la mia richiesta. Giustamente, si preoccupava di non politicizzare un'Istituzione così importante. Sono soddisfatto dell'esito positivo della mia richiesta. Quanti di voi vorranno tesserarsi da domani ?
Un saluto affettuoso a tutti.

Anonimo ha detto...

caro francesco mi permetto di chiamarla per nome non per altro perchè credo sia più piccolo di me dal momento che essendo anch'io di montegiordano non ho avuto mai modo di conoscerla se non su queste pagine.
vorrei commentare anzi rispondere alla sua sulla protezione civile.
vorrei dirle che prima di difendere a spada tratta un personaggio come il sig. bertolaso vorrei che lei si documentasse a fondo su chi è la protezione civile di sicuro non il sig. bertolaso che di pala e fango non sà proprio nulla.
la protezione civile è fatta di centinaia e centinaia di volontari che credono in nome non di un
popolo o di una nazione ma nell'uguaglianza dei popoli in difficoltà ,che in quel momento non hanno la forza e i mezzi per tirarsi perchè troppo fragili e indebetiti dal dolore della loro disgazia ,qualsiasi essa sia, ed ecco che arrivano i volontari di tutte le associazione che in italia e nel mondo ci sono.
protezione civile e croce rossa in testa.
Perchè l'Italia mio caro non và certo avanti per quello che fà il sig. bertolaso o qualche amicone del suo governo ,ma grazie alle migliaia di volontari e non ti parla una per sentito dire ma ti parla una che fà volontariato in tutte e due le ssociazione nominate in questa lettera, è sa più o meno come funziona.
non sono una che stà in piazza o su un blog a criticare o scrivere male del lavoro degli altri ma non mi piaced neanche come lei offende senza riguardo ogni volta il montegiordanese e bello mettersi ad un computer e scrivere ma ti posso assicurare che è molto meglio scendere personalmente in campo e confrontarsi con gli altri a parte il partito polico a cui sim possa appartenere.
Se si è persone intelligenti se pio si è dei poveri ciechi allora difendiamo senza il beneficio del dubbio il malaffare che serpeggia
da certi personaggi , che approfittano del nome di una grande associazione di volotariato per meri scopi personali. con affetto una vs cara compaesana rita.

Francesco D'Amore ha detto...

Io non offendo nessun Montegiordanese.... e di questo ho il riscontro diretto da tutti i Montegiordanesi che non fanno altro che ringraziarmi del piccolo servizio che sono felice di offrire. specialmente a chi sta lontanto.

per quanto riguarda la protezione civile, se lei crede che Bertolaso sia colpevole la prego di scrivere qui quali altri fonti ha oltre quelli che noi tutti apprendiamo dai gionrali e dalla stampa, perchè in base a quelli mi sembrache non ci siano tantissime prove.

La invito quindi a argomentare meglio le ragioni che la spingono a considerare colpevole l'uomo e se non per colpire il simbolo, magari indicando oltre al nome anche il suo cognome.

con affetto....

Anonimo ha detto...

è un pochino pretestuoso pretendere che io possa avere informazione più di quanto non ne abbia qualsiasi altro italiano allo stesso modo che lei lo difende io non riesco a farlo forse perchè vedo oltre il mio naso e il mio partito politico, leggo tutto ciò che riguarda questa brutta pagine di storia italiana e dico tutto non soltanto il giornale o libero o matrix quindi il dubbio sicuramente mi è venuto, in quanto al mio cognome appena scendo a montegiordano verrò personalmente a conoscerti se la cosa ti possa fare piacere .
non che il tuo sito mi dispiaccia
al contrario mi tiene un attimino ancorata al mio paese anche se a qualche mila km di distanza. con affetto buona notte da rita.

Francesco D'Amore ha detto...

Buona notte anche a lei....

Sarò felice di conoscerla non appena possibile. Spero che mi scuserà se stringendole la mano avrò qualche problema a inquadrarla, dato che la visuale limitata dal mio naso non mi consente una simile esperienza senza qualche difficoltà evidente per un orbo.


Ancora con affetto.

Anonimo ha detto...

Non si preoccupi per questo,non le farò pesare questa sua debolezza.Non per altro faccio volontariato...so come comportarmi in certe situazioni,come dire...delicate.

Ti auguro nuovamente una buona notte,Rita.

giuseppe salerno ha detto...

buongiorno a tutti,ciao francesco ho letto che hai avuto una lunga serata ieri, francesco secondo me su bertolaso sbagli per un semplicissimo motivo, lui non poteva non sapere,e se proprio non sapeva,(cosa che non credo neanche sotto tortura), ha sbagliato ancora di più perchè lui è pagato per vagliare, prendere decisioni, e vigilare sul buon operato, a l'aquila è un macello ancora, non fidatevi della televisione fanno vedere quello che fa comodo,in sicilia "la frana di un mese fa" era prevedibile, niente è stato fatto,per prevenire, i comune italiani sono tutti o quasi a rischio idrogeologico.Che tipodi prevenzione fa la protezione civile? nessuna.Il motivo per me è semplicissimo, caro francesco tu un po' di mesi fa citavi " a pensare male si fa peccato, ma a volte ci si azzecca" ,pensa male in questo caso. ciao buona giornata a tutti.

Francesco D'Amore ha detto...

Ciao peppe.... tranquillo per le mie notti... io con il pc ci lavoro e sono abituato a stare davanti a questa trappola fino a tardi, e mi diverto a rispondere quando mi danno del Lei..... nemmeno fossimo a porta a porta!

Sinceramente condannare una persona ad una gogna mediatica simile perché "non poteva non sapere" mi sembra veramente da regime fascista (o comunista... tanto cambia solo il colore delle mutande!). Ma ormai i processi vengono celebrati in un paio di giorni sui giornali senza nemmeno il diritto all'appello. Ho appena finito di leggere un libro, si chiama 1984, di Orwel. Vedo molte analogie fra il mondo Orwelliano descritto nel famosissimo romanzo (che tra l'altro ha dato il nome a quella schifezza di trasmissione, il Grande Fratello) e la maniera di celebrare "processi" mediatici propri di questi tempi.

Per quanto riguarda la situazione dell'Aquila attuale, ti invito a riflettere che le macerie non sono di competenza della protezione civile, almeno per ora, ma degli enti locali. Li le macerie sono tante, non credo che la regione e la provincia possa fare un granché. Ci vuoi scommettere che chiameranno la protezione civile un'altra volta???

Comunque, a parte la protezione civile nazionale vorrei che prendeste in considerazione l'appello di Gianbattista, che è stato dimenticato. Di questo me ne faccio una colpa perché ho accostato un argomento importante a livello locale con un altro altrettanto importante a livello nazionale che inevitabilmente ha oscurato il primo tema. Mea culpa, tratterò più avanti più in dettaglio il tema locale.


Ciao.

giuseppe salerno ha detto...

sul fatto di processare una persona in tv sono in linea con il tuo pensiero; cmq è vero torniamo ad occuparci nel nostro piccolo delle vicende locali, onestamente non ho letto il riferimento che citi mi sarà sfuggito; ciao francesco buon lavoro

amico di Bertolaso ha detto...

Bertolaso: l’affetto della gente mi aiuta a tener duro
''Sento moltissimo affetto e tantissima solidarieta' che mi spingono a tener duro e andare avanti, ma questo indipendentemente dalle decisioni che vorra' prendere il governo''. Lo ha detto il capo del Dipartimento della Protezione Civile Guido Bertolaso intervenendo alla trasmissione di Canale 5 Mattino Cinque.
''E' noto che quando e' avvenuta questa vicenda cosi' drammatica per me e la mia famiglia, ma anche per tutta la Protezione Civile, io - ha aggiunto Bertolaso - ho immediatamente messo il mio mandato nelle mani del presidente del consiglio: sono un funzionario dello stato, contrariamente a quello che dice qualcuno. Io non me ne posso andare perche' se lascio, qualcuno deve sostituirmi per gestire queste situazioni di emergenza''.

Anonimo ha detto...

Dare del Lei ad una persona che non si conosce per me ( e non solo ) è una questione di educazione e rispetto, non c'è bisogna di partecipare a Porta a Porta per impararlo,trasmissione che ,tra l'altro, ritengo non insegni nulla e soprattutto non informi riguardo a nulla ... se non su ciò che piace al suo padrone! Per il resto,mi dispiace aver urtato la sua suscettibilità, probabilmente non è abituato ad avere un certo tipo di contraddittorio.
Inoltre ,è vero che in diritto siamo tutti innocenti fino a prova contraria ma qui mi sembra che manchi davvero solo la confessione.Certo si sa che in una parte dell'Italia l'errore e la relativa ammissione non esistano e come trasmette il messaggio di George Orwell nel suo romanzo "1984" : il partito ha sempre ragione ,tutto il resto non esiste,non è vero...oppure non hai capito perchè tu sei ignorante.
Rifletti Francesco.

P.S.
Mi auguro comunque che siano in molti ( compreso Lei) a partecipare alla Protezione Civile di Montegiordano; perchè il montegiordanese non ha nulla da imparare da nessuno, se vuole riesce a fare questo ed altro.

Buona serata,Rita.

Francesco D'Amore ha detto...

:-D

Anonimo ha detto...

;)