lunedì 17 maggio 2010

Su un orizzonte di fuoco

Una Poesia di Roberto.

Su un orizzonte di fuoco

La scorsa notte
Mentre la luna si riempiva
Ti immaginavo sulla mia sedia
Bevevi una tazza di caffè.
Sempre lì con i tuoi sguardi di plastica.
Cosa nascondi dentro di te?
Ricordarti è stato come vedere
Il cuore di mia madre squarciando
E vorrei tanto vederti
In equilibrio su un orizzonte di fuoco,
Chissà magari cadi
Nell'oceano dei tuoi inganni.
Perché  sei voluto entrare nella mia vita?
Così, ieri sono entrato nella tua mente,
Sono l'incubo di un bambino
Non esistono rimedi
Solo schegge in gola
Le tue scuse si perdono nel nulla
E' inutile scherzare con te
Vorrei tanto vederti
In equilibrio su un orizzonte di fuoco.

Roberto Farina. 14/05/1998

11 commenti :

Anonimo ha detto...

Non mi piace.
Ne ho lette alcune,non mi piacciono,non mi dicono nulla.
Con tutto il rispetto per la persona che le ha scritte e che adesso non c'e' piu', ma le sue opere non mi appassionano.
E nessuno meglio di me e' vicino a lui e soprattutto a suo padre.
( VERITAS ).

Anonimo ha detto...

tencnicamente parlando non è granchè...ma il sentimento dell'autore traspare e colpisce dritto al cuore del lettore...anche a me non piace molto...by ratio

Anonimo ha detto...

Francè non è coerente con l'argomento ma non è che hai qualcosa da dirci sul rimessaggio...ho visto che i lavori sono iniziati!

Francesco ha detto...

mmmmm

HO sempre parlato di Roberto farina e delle sue poesie........non credo che un poeta montegiordanese non sia coerente con Montegiordano.

Cmq..

Il rimessaggio sta per essere realizzato, ne avevo parlato un po di tempo fa. Viene realizzato da Pino Golia di Amendolara che ha una cosa simile al suo paese, nonchè un diving center per i sub. Speriamo che installi il diving center anche a Monte.

Ciao.

Anonimo ha detto...

Grazie mille! Comunque non mi riferivo a Roberto col il fatto di non essere coerente ma alla mia domanda!

Anonimo ha detto...

Grazie mille! Comunque non mi riferivo a Roberto col non essere coerenti ma alla mia domanda...

Francesco ha detto...

:-D


Scusami tu.......avevo capito male......



:-D

Stamattina mi sono alzato solo fisicamente....ho bisogno di un camion di caffè....

Ciao.

enzo arcuri ha detto...

La cosa che mi dispiace è che Roberto non c'è più,e che la Fondazione dedicato a lui fa sede A Roseto.Peccato Peccsato Peccsto!

Anonimo ha detto...

E no caro Enzo Arcuri,non ti devi dispiacere,ma non per il fatto che Roberto non ci sia piu';
ma per il solo fatto che suo padre montegiordanese,ha installato la sede della fondazione di suo figlio,montegiordanese, a roseto.
Colpa sua.
Come mai questo?
(VERITAS).

Anonimo ha detto...

commenti inutili.......nessuno potrà mai capire cosa roberto aveva dentro di sè....neanch'io...le sue poesie erano uno sfogo fatto di parole, sentimento e a volte tanta tristezza... risparmiatevi i commenti...

Anonimo ha detto...

commenti inutili.......nessuno potrà mai capire cosa roberto aveva dentro di sè....neanch'io...le sue poesie erano uno sfogo fatto di parole, sentimento e a volte tanta tristezza... risparmiatevi i commenti...