giovedì 3 marzo 2011

Poste... E all'Incontro non ci vado... io con te non gioco più...

E inutile che aggiunga un commento mio al comunicato dell'Ufficio Stampa dell'Onorevole Gianluca Gallo.

Leggetevi l'articolo pubblicato solo qualche giorno fa e collegatelo al comunicato stampa che vi allego sotto. Che ogni lettore tragga le sue personali considerazioni. Sinceramente mi sono anche stancato di ritornare sempre sullo stesso argomento. Mi ero riproposto di parlare del Carnevale e della festa che sta organizzando la Pro Loco. E invece mi ritrovo a dover denunciare per l'ennesima volta un comportamento che non comprendo. 

Probabilmente è colpa mia, è colpa della mia generazione che non riesce a digerire liturgie Politiche che risultano incomprensibili a chi vive una generazione del tutto diversa e dai contorni molto meno sicuri rispetto a quella della maggior parte dei nostri attuali amministratori. Una generazione che è abituata a prendere tutto il buono che trova, a fare sistema, a vedere oltre il muro perché trincerarsi non è per noi solo pericoloso: è micidiale, fatale. 

Ma tant'è.... leggetevi il comunicato e Buona Discussione.

COMUNICATO STAMPA

Poste Italiane rassicura: «Resterà operativo l’ufficio postale di Montegiordano paese».
Nei prossimi giorni incontro a Reggio Calabria, per discutere del reperimento di un nuovo immobile in cui ospitare lo sportello. Soddisfatto il consigliere regionale Gallo.



Un incontro cordiale, primo passo di un confronto che ha già assunto i contorni della concertazione istituzionale. È quello che, sollecitato e richiesto nei giorni scorsi dal consigliere regionale Gianluca Gallo, presidente del Comitato regionale di controllo contabile, ha avuto luogo nel pomeriggio di oggi a Castrovillari, nella sede della direzione della filiale castrovillarese di Poste Italiane spa. Al centro della discussione, il destino dell’Ufficio postale di Montegiordano paese, da circa due anni inagibile per carenze strutturali. Lo sportello, inizialmente trasferito in un furgone attrezzato di tutto punto, è ospitato, da qualche giorno, in un più confortevole container, sulla scorta di un’intesa siglata tra le Poste Italiane e l’amministrazione comunale montegiordanese (assente all’incontro, sebbene formalmente invitata a partecipare). «La soluzione concordata tra le Poste ed il Comune – ha evidenziato Gallo nel corso della riunione - consente sicuramente di ripristinare uno standard accettabile di decenza, ma non può né deve considerarsi risolutiva. Guai se un rimedio del genere, per sua natura provvisorio, dovesse diventare definitivo, schiudendo così le porte anche al timore di una paventata chiusura della struttura. Lo sbocco naturale dell’intera vicenda non può che essere, allora, la riapertura dell’ufficio postale, da allocare in un nuovo immobile».
Una prima risposta certa sul punto è giunta dal direttore di filiale, Umberto De Michele, che ha fornito rassicurazioni sul mantenimento della piena operatività dello sportello, offrendo altresì la disponibilità ad avviare un percorso concertativo tra le Poste Italiane e le istituzioni interessate alla definizione della questione.
A tal fine, su esplicita richiesta del consigliere Gallo, già nei prossimi giorni si terrà un secondo incontro, stavolta a Reggio Calabria, tra lo stesso presidente del Comitato regionale di controllo contabile ed i vertici regionali del Polo immobiliare di Poste Italiane.
Reggio Calabria, addì 3 marzo 2011
Segreteria politica
Consigliere Regionale Gianluca Gallo

10 commenti :

Anonimo ha detto...

Và dato atto al consigliere regionale Gallo dell'interesse che mostra nei riguardi del nostro paese.
E' inutile che la sinistra si lamenta ma è cosi, si lamentasse con i suoi che non concludono a niente.

Anonimo ha detto...

se è come dici di essere leale - pubblica questo che segue:

ALLA PRESIDENTE
DELLA PRO LOCO DI MONTEGIORDANO

Gentile presidente,
le scrivo perché tengo a questo paese e spero ancora che un giorno, magari presto, si possa risollevare. Ma per fare questo c’è bisogno di impegno e correttezza da parte di tutti. A cominciare dai membri di questa Pro Loco e da chi le sta vicino. Le cose, almeno in parte non vanno. Vorrei chiederle perché, prima di tutto, i primi due incontri di questa associazione si sono svolti al Lido Garden, da me gestito. Poi, invece, si è scelto altre sedi per riunirsi. Inoltre, quando sono entrato a fare parte di questa Pro Loco, uno dei primi punti prefissati era che la politica non doveva entrare e influenzare le decisioni, ma invece, da quanto noto, non è così. Il paese è piccolo e la gente mormora e le cose, alla fine, vengono sempre a galla.
Tornando alle riunioni, vorrei chiederle il perché hanno partecipato persone senza titolo, ma soprattutto vorrei conoscere le motivazioni che hanno portato alla decadenza del mio incarico di consigliere. Con la speranza che questi tre anni non siano i più bui per Montegiordano, le chiedo dei chiarimenti con i cinque membri del consiglio che sono stati presenti alle prime due riunioni.

Grazie mille.

Maurizio Stocchi

massimo introcaso ha detto...

Ho capito bene? L'amministrazione nn era presente al incontro? Cazzo questo nn doveva succedere, nn si può rifiutare un incontro cosi importante, penso che forse stavolta il sindaco si è comportato male con noi cittadini, doveva andare. Vabbè se caso mai succede qualcosa di positivo vorrà dire che Gallo alle prossime amministrative lo dobbiamo candidare a monte. Cmq vorrei invitare a Francesco a fare un servizio sulle stradine di campagna inagibili dopo la pioggia di questi ultimi giorni, se vuoi ti porto io a farne vedere qualcuna, cosi ti farò capire come sono stati investiti circa cinquanta mila euro dati dalla regione, per asfaltare la strada che collega il bivio che si trova sotto casa di Ciccio Basile fino alla madonna della pastorella, nn sottovalutiamo per favore le stradine delle campagne.

massimo introcaso ha detto...

Cari di pome ho avuto un incontro con il sindaco, ragion per cui voglio smentire le cose che ho scritto prima, Vi spiego subito il perchè.
Per quando riguarda i cinquanta mila euro da me citati nn è vero, chi mi aveva detto questa cosa nn mi detto la verità. Si perchè nn sono 50 mila euro per quella strada bensi sono 154 mila ma per la strada in contrada difesa se nn ho capito male i lavori sono stati già appaltati,quindi chiedo scusa al sindaco è la sua amministrazione per averla messa in mala luce, considerando il fatto che ciò che da me e stato scritto nn corrisponde al vero. Con il sindaco abbiamo parlato anche delle poste, e in forma molto esplicità mi ha informato anche su questo argomento.
Per quando riguarda la sua mancanza nel incontro, a detto che il Sig. Gallo lo contattato solo il giorno prima quindi per altri impegni nn poteva essere presente, mi a detto purè che per quando riguarda il locale, c'è stato già un incontro con l'ingengnere delle poste (adesso nn ricordo il nome) è pare che abbiano trovato un accordo con il sig. Lattuca per ricevere in affitto il locale sito proprio difronte alla vecchia posta. Per quando riguarda i tempi nn ne abbiamo parlato, ma sicuramente anche il container sarà una cosa provvisoria. Un saluto. Chiedo ancora scusa per la mia informazione precedente.

Francesco D'Amore ha detto...

Massimo.....

In una amministrazione ci sono 8 consiglieri di Maggioranza e 4 di opposizione. Poi c'è un sindaco e un suo vice.

Ci sono poi gli assessori (a Montegiordano dovrebbero essere 4).

E' plausibile che per un determinato giorno il sindaco abbia avuto impegni improrogabili. E' invece strano e risibile che tutta la giunta , formata da 4 persone più il sindaco, fosse urgentemente impegnata per il 3 Marzo. Sarò anche fazioso e di parte..... ma mi sembra strano.

Per quanto riguarda la data.... ho serie ragioni per affermare che il sindaco sia stato avvertito il 24 Febbraio, o che comunque sia arrivata comunicazione in comune il 24 Febbraio. Quindi una settimana prima.

Naturalmente, se La Manna dice il contrario, vorrà dire che le mie fonti sono sbagliate. Ma non ci vuole molto a controllare.

Probabilmente ha ricevuto una lettera o qualcosa del genere.

Fatti leggere la data di ricezione.

Buona Discussione.

Gianluca Gallo ha detto...

Per solo amore di verità, certo che quanto riferisce il Signor Massimo Introcaso sia frutto di un'incomprensione tra lui ed il suo interlocutore istituzionale, intendo precisare che l'invito a voler partecipare alla riunione svoltasi presso la Direzione di filiale delle Poste di Castrovillari è stato inviato per fax al Comune di Montegiordano, nella persona del sindaco, il 24 febbraio u.s.. Naturalmente, sempre per amore di verità, chi dubitasse della fondatezza di questa informazione, può contattare me o la mia segreteria, alla mail info@gianlucagallo.info: sarà (mia) nostra cura rendere pubblici sia il testo del fax sia la copia della ricevuta di spedizione (e di avvenuta ricezione) del fax in questione, nel quale, oltre ad invitare il sindaco e gli amministratori montegiordanesi a voler partecipare all'incontro, li si esortava a voler prendere contatto con la mia segreteria, nel caso avessero avuto bisogno di maggiori ragguagli o informazioni.
Questo per amore di verità, e per rispetto delle istituzioni, i cui rappresentati dovrebbero sempre collaborare tra loro, al di là dei colori e delle appartenenze, per dare risposte ai problemi, piccoli e grandi della collettività. E' la grande lezione dei nostri Padri Costituenti. Purtroppo, non sono in molti a ricordarla.
Con stima.
Gianluca Gallo

Francesco D'Amore ha detto...

Appunto.... le mie fonti non erano sbagliate...

Massimo.... vi siete capiti male con il Sindaco.....

Buona Discussione.

Massimo Introcaso ha detto...

Per l'on. Gallo
Io non so se lei leggerà il mio messaggio, spero di si.
Inanzitutto il sottoscritto a riportato semplicemente ciò che il sindaco mi ha detto, quindi da parte mia nn c'è nessuna incomprensione. Poi volevo chiedere nel mio mex ho scritto anche altre cose, visto che lei a fatto l'intervento come mai nn a risp anche altre mie afferemazioni? Naturalmente mi riferisco alla questione del locale, che il sindaco dice di aver gia risolto. Nn so i contatti che lei può avere con il nostro sindaco, ma sicuramente la gente del paese nn può più sopportare questa situazione. Fà piacere del suo interesse per monte, ma se il problema poste e stato risolto, penso sia inutile fare altre battaglie. Quindi inviterei tutti voi Onorevoli regionali( lei in prima fila) a passare qualche ora in paese e fare un giro per vedere la situazione angosciante che il nostro paese e costretta a vivere. Naturalmente colgo l'occasione di farle una critica. Il consiglio regionionale vuole chiudere l'ospedale di trebisacce come mai nn si oppone visto che tanto ci tiene alla sorte dei cittadini dell'alto jonio calabrese?

Anonimo ha detto...

grande GIANLUCA GALLO.mi fa piacere leggerti su questo sito,ti stimo grazie per il tuo interesse REALE per questo paese

peppone (giuseppe s.) ha detto...

ma io mi chiedo una cosa, siccome non sono molto ferrato spero che qualcuno mi possa rispondere. Per poter affittare dei locali, le poste doveno fare un bando pubblico? o no? se le poste sono tenute a rendere pubblica questa richiesta di locali, questo è avenuto? spero che qualcuno più informato di me, posso darmi delle delucidazioni. grazie