lunedì 5 marzo 2012

Otto Marzo. Si vota la Sfiducia.


Questa volta il consiglio Montegiordanese è talmente importante che viene invitata la cittadinanza con apposito manifesto. Non ricordo spesso un trattamento del genere.

Il tema, unico punto all'ordine del giorno, è particolarmente importante: c'è la possibilità concreta, anche se poco probabile, di mettere fine anzitempo alla seconda esperienza di La Mamma come primo cittadino Montegiordanese. Prevedo un dibattito caldissimo e mi associo quindi all'appello invitando tutti i Montegiordanesi interessati alle sorti del proprio paesello a partecipare a questa assemblea per assistere ad uno show sicuramente dei più divertenti ed esilaranti mai proposti sulla piazza Montegiordanese. Dati gli attori in scena, qui non si parlerà di Politica ma di guazzabugli personalisti degni della migliore (o peggiore, a seconda dei punti di vista) tragi-commedia  napoletana. 

Mi sono fatto un'idea della qualità tristemente bassa dell'offerta Politica Montegiordanese. Un'idea rafforzata dalla lettura dell'articolo di Nicola Melfi pubblicato in un post precedente. Oggi se ne intravedono le cause.
Naturalmente erano di pubblico dominio gli accordi preelettorali fatti dall'armata La Manna in virtù dei quali venivano assegnati posti di assessore e cariche da vicesindaco. Spartizioni degne del glorioso Manuale Cencelli in vigore nella primissima Repubblica. Un manuale che riflette appieno la logica spartitoria del regime catto-comunista portato avanti nella prima repubblica da Democrazia Cristiana e Partito Comunista.

Ma tornando a Montegiordano, tutti sapevano della maniera con la quale venivano presi gli accordi sulle cariche da assegnare a questo o a quel personaggio politico, ma con la lettera di Nicola diciamo che abbiamo ufficializzato la cosa. 
Accordi ferrei, in base ai quali si definiva in anticipo ogni ruolo giocato degli attori politici in consiglio ed in giunta.

Niente di illegale, per intenderci. Non vorrei essere frainteso quindi ribadisco, prima di ogni cosa, l'ovvio: non esiste niente di illegale nell'accordarsi prima di una campagna elettorale sulle cariche e sui ruoli. La mia vuole essere solo una piccola digressione sull'accaduto che ci permette magari di comprendere perchè siamo caduti così in basso nella gestione della cosa pubblica del nostro paesello. 

In un paesello come il nostro, appunto, si può e si deve pretendere che chi fa Politica si interessi principalmente di progetti e idee di sviluppo. Le cariche vengono dopo. Se il gruppo è unito, se davvero si vuole governare insieme per il bene comune e non per sventolare una bandierina di partito a Catanzaro o a Cosenza, la scelta dei rappresentanti  dovrebbe essere del tutto naturale e immediata. Cariche scelte dal movimento che vengono fuori dal dialogo interno fra la base. Il Manuale Cencelli Montegiordanese, invece, parla di una carica di assessore che doveva essere tenuta due anni e mezzo da Basile per poi passare a Vuodi, del vicesindaco dato a quel partito, del sindaco che prima doveva essere DS e poi Popolare (schema poi saltato......  il manuale prevede eccezioni), dell'assessore dato uno per ogni partito salvo uno assegnato a chi ha più voti....e via cantando. 

Ma vi rendete conto della tristezza di una scena del genere??? Un manuale politico spartitorio in un paesino di duemila abitanti. Provate ad immaginare gente di mezza età che spesso vediamo nei nostri bar a giocare a carte, questa volta riuniti in una fumosa stanza a parlare di questo genere di cose. Una scena tristissima. 
Questo a te, questo a me, l'assessore due anni tu e due io, il sindaco stavolta tu, la prossima io........  Niente di illegale...... ma semplicemente tutto ridicolo.

A cosa serve una cosa del genere se non a tenere unito, coeso, un gigante  dai piedi d'argilla? Se si ha un obiettivo comune questo basta a motivare donne e uomini volenterosi. Qui forse mancava l'obiettivo, è quindi è saltato fuori il manuale.

Qualcuno potrà rispondermi che questa è Politica. Non sono d'accordo. 
Io credo che la Politica sia Ingegneria Sociale, un mezzo per creare mondi. Chi crede invece che la Politica debba occuparsi di redigere Manuali Cencelli, non ha capito il tempo in cui viviamo. 

Oggi il partito o diventa movimento, o muore. E i movimenti non sopportano il Manuale Cencelli. I Movimenti non sopportano i manuali.

O è coraggio o non è....  diceva un uomo che ammiro tanto. O si ha il coraggio di cambiare, o si muore.

Buona Discussione.


3 commenti :

Anonimo ha detto...

ommiodio che complotti!
un assessore per partito in una coalizione!è uno scandalo!
per non parlare poi dell'assessore e del vicesindaco designati dal numero dei voti!è una vergogna!
....dove andremo a finire di questo passo??
scusa france,ma voi destrosi come le avreste assegnate le 'poltrone'?cosi,per curiosità personale...
non esagerare con i teatrini... lo sai meglio di me che i consigli comunali sono sempre stati pubblici visto che partecipi spesso...di parte si,sfacciatamente fazioso evita.

Francesco ha detto...

Nessun complotto.... l'ho scritto anch'io..... ho ribadito l'ovvio proprio per evitare critiche del genere.

E non ho assolutamente criticato il fatto di aver pubblicizzato il consiglio, anzi.....

Sottolineavo il fatto che questo è particolarmente importante e che c'è un manifesto che invita la cittadinanza.

Non è che una cosa, solo perchè la scrivo io, debba essere sempre vista come una critica. Se scrive che oggi il cielo è blu, non sto attaccando rifondazione.

Per quanto riguarda il Manuale Cencelli.... nessun complotto, l'ho anche sottolineato nel post proprio per evitare critiche come le tue.

Solo inopportuno.

Se abbiamo bisogno del misurino anche per elargire cariche in un paesino di 2000 abitanti, allora vuol dire che il progetto non è tanto importante quanto la logica di spartizione.

La differenza sta proprio nel punto di vista.... non un assessore per ogni partito ma un assessore a chi lo merita di più....in base a discussioni interne al movimento. Io le cariche le assegnerei così. E non è una cosa di destra o di sinistra. È buon senso.

Anonimo ha detto...

allora già si sanno i due assesori per le prossime elezioni!!!!