giovedì 20 giugno 2013

Montegiordano e le spiagge: sempre la stessa storia.



A parte alcuni lavori fatti dopo il campo sportivo per rendere più agevole il passaggio da un lato all'altro della piccola fiumara che scorre dietro l'ex Cementificio, ogni anno si ripete la stessa storia. Una storia di incuria che spingerebbe anche il più inguaribile ottimista alla rassegnazione.
Eppure non è tanto difficile comprendere l'opportunità di anticipare i lavori di spianamento della nostra spiaggia pietrosa. Anticipare i lavori di spianamento che generalmente vengono fatti a Luglio, con i relativi disagi per i pochi vacanzieri che ancora ci onorano della loro presenza. 
Lo spianamento della spiaggia andrebbe fatta al massimo nella prima settimana di Giugno, quando la stessa è ancora relativamente deserta. 

In questi anni non abbiamo certo avuto il pienone, complice una crisi globale che scoraggia chiunque a spendere. Ma nel nostro paesello alla crisi globale si aggiungono anche gli amministratori locali che rendono ancora meno appetibile le spiagge nostrane, agendo con una ignavia che non ha scusanti. 

Non ci resta che sperare che l'attivismo che ha spinto qualcuno a lavorare dopo il campo sportivo per rende più agevole il passaggio verso il camping possa risultare contagioso, rendendo più rapidi ed efficaci tutti i lavori di spianamento sull'intero arenile Montegiordanese. 




P.S.
Come al solito cliccate sull'immagine per ingrandire e leggere più agevolmente l'articolo di Alfano. 








10 commenti :

Anonimo ha detto...

A vedo che come al solito siamo qui a commentare una bella iniziativa dei nostri amministratori, sempre primi e trainatori dell'Alto Jonio inquanto a idee, proposte e iniziative intraprese!

Evviva i nostri amministratori!

Anonimo ha detto...

Non mi sembra chiedere tanto, ma siccome siamo un paese che vive solo di quel poco turismo estivo che ancora c'è rimasto, almeno le cose base facciamole per tempo!

1)Il calendario degli eventi estivi esce sempre quando i primi sono gia passati, dunque per la prima settimana d'agosto, quando massimo per la prima di Luglio dovrebbe già essere appeso!

2)Non spianare le spiagge ora è come farsi cattiva pubblicità per il periodo migliore, perchè quelli della zona che vengono il fine settimana per caso, decideranno se tornare o anche se consigliare il nostro paese per Agosto!

3)Chiunque ha intenzione di aprire un nuovo lido, non può iniziare i lavori a Luglio, perchè significa perdere se pur pochi ma sempre comodi guadagni di uno dei due mesi principali dell'estate, oltre a non avere tempo per pubblicizzare il nuovo locale!

4)Suggerimento per i gestori, abbiate vogli di lavorare, non lavorate solo per i soldi, lavorate per far parlare bene della vostra attività, abbiate inventiva, a volte basta scrivere fuori (esempio qualsiasi "white party") che la gente arriva in massa!

Le persone sono come i bambini basta far vedere qualcosa di "colorato" e si viene visti sotto un'altra luce!

Speriamo in bene per l'ennesima estate!

E.P.

Anonimo ha detto...

Ma come si può guidare un paese in questo modo?
Ma non trovano un pò di soddisfazione nel fare le cose come si deve? perchè devono perforza farle in questo modo?

Sembra quasi che lo facciano apposta, sembra che non vogliano i turisti, sembra che non vogliano vedere Montegiordano diversa da com'è!

Anonimo ha detto...

Ma oltre alla spiaggia, non sono stati sistemate neanche le scogliere? (se ancora si possono chiamare così!)

Anonimo ha detto...

Ciao Francesco e complimenti per gli argomenti trattati nel sito,
riguardo l'argomento in oggetto secondo me tre o quattro soluzioni attuabili da subito o almeno dal prossimo anno migliorerebbero le cose:
1- prezzi delle case - in affitto a 200 euro/settimana o giu di li.
bed and breakfast a 20 euro a persona con un minimo di notti
2- piste ciclabili tra lungomare(tutto il comune e' 4 km) vecchia statale 106 e quelle poche altre zone semipianeggianti che abbiamo.
3- pulizia e decoro (lasciate per l'estate, almeno per adesso, i contenitori di raccolta indifferenziata Montegiordanese
4- le spiagge devono essere pronte e attrezzate entro il 1 di Giugno(nel Lazio lo sono dal 25 Aprile TUTTE).
Mando un abbraccio e un in bocca al lupo a tutta la gente (positiva) di......... "Montegiordanotiamo" copyright Michele Iurlo

Francesco D'Amore ha detto...

Sono d'accordo su tutto tranne che sul primo punto...

I prezzi delle case e dei B&B li deve fare il mercato, devono essere indicati dai proprietari e da nessun altro ente, se non un'associazione di autoregolamentazione dei proprietari, ma questo è un'altro discorso...

Sarà l'intelligenza dei singoli gestori a individuare il giusto prezzo dei servizi che offre.

Un ente comunale deve stare solo attento a che tutti rispettino le leggi vigenti, che paghino le tasse che ci sono da pagare e che le strutture siano sicure e decorosamente integrate nell'urbanistica generale del paesello.

Fatto questo, se un gestore riesce a piazzare un alloggio a 1000 euro al giorno, non posso che congratularmi con lui. Bravo...

Anzi... non posso che augurarmi un futuro in cui l'Alto Jonio riesce a dare servizi tali da giustificare questi prezzi.

Ma siamo davvero lontani da una cosa del genere....

Insomma, per i prezzi non sono d'accordo. Per il resto, concordo e sottoscrivo.

Anonimo ha detto...

Certo sta al proprietario di case o B&B fare il prezzo giusto, ma a Montegiordano non siamo capaci, innanzitutto c'è il vizio di non concedere la casa per 1 settimana, perchè si cerca o si spera sempre in quello che l'affitta per il mese, non capendo che gli anni novanta dono finiti da un po e che le vacanze ora sono tutte di una settimana!

Oltre al fatto che molti non stanno venendo più perchè con quello che costa l'affitto di una casa a Montegiordano ci fanno una vacanza in un comodo 4 stelle in un posto sicuramente più turistico e attrezzato!

Bisognerebbe far capire come fare turismo ai paesani, e bisognerebbe fargli capire come si evolve e che ripeto gli anni novanta sono finiti da un pezzo, oltre al fatto che Montegiordano non è Rimini, Ibiza e addirittura neanche Trebisacce, Policoro o Villapiana!

Francesco D'Amore ha detto...

Hai ragione...

Ma io su queste cose sono un po fatalista... se non siamo capaci vuol dire che sul mercato non ci possiamo stare.

Spero che chi lavora nel settore turistico abbia la capacità e la lungimiranza di sapersi innovare..... e su questo nessuna amministrazione comunale può fare più di tanto se non tenere il paesello in modo decoroso e pulito. E qui si innesca la mia critica alla maniera in cui viene gestita la spiaggia, che tu credo condividi.

Magari un ente comune può promuovere e incentivare gli esercenti a fare rete, ma sono azioni limitate se non c'è la reale voglia di chi lavora nel turismo di fare un salto in avanti.

La voglia di innovare deve venir fuori dai Montegiordanesi che lavorano in questo settore.

La Politica non può fare miracoli.



GIUSEPPE SALERNO ha detto...

sicuramente è fuori ogni discussione che il proprietario affitti la casa al prezzo che ritiene più giusto, ma è altrettanto vero che se un'amministrazione si pone come scopo quello di sviluppare turisticamente Montegiordano deve indicare la via, si deve fare portavoce di come in altre parti hanno incrementato i guadagni diminuendo gli affitti ma allungando la stagione estiva, è vero che la gente non si può permettere più un mese di ferie ma è anche vero che vengono scelti periodi magari meno cari come giugno e settembre o magari dicembre per fare le ferie. dobbiamo saper promuovere Montegiordano ha ragione Michele, ma non promuoverlo solo a luglio e agosto, e poi sarà un mio pensiero sbagliato ma penso che Montegiordano debba puntare anche sui prodotti agro-alimentari sarebbe molto positivo secondo me se ogni gestore di ristorante Montegiordanese proponesse ai propri clienti almeno un paio di pietanze locali, preparati con prodotti del territorio, abbiamo un patrimonio alle spalle da non disperdere, se riusciremo nel breve periodo a coniugare agricoltura-allevamento e turismo, penso che possiamo ripartire.

Anonimo ha detto...

Giusto ma soprattutto come diceva un'anonimo, bisogna spostarsi dal concetto di voler cedere a tutti i costi la casa per un mese intero o per 3 settimane, anche perchè affittare la casa a giorni fa sicuramente guadagnare di più, fissando un tetto giornaliero così da venire incontro a chi non ha ferie in specifici giorni.

Inoltre sarebbe opportuno registrare il proprio appartamento in appositi siti internet in modo da rendere accessibile l'affitto a tutti e non dover cercare il numero dall'amico del parente della commara di qualcuno!
Ma forse questo in un paese "anziano è chiedere troppo!"