domenica 31 luglio 2011

Mappa Gastronomica.....

Sul sito della Proloco Montegiordano è disponibile una mappa interattiva della passeggiata gastronomica con i vari segnaposto che indicano che piatto è possibile degustare nel corrispondente luogo.  

La passeggiata ormai è appuntamento imprescindibile dell'estate Montegiordanese. Un'occasione importante per chi vuole vivere la vacanza a 360 gradi, senza quindi rinunciare anche alla scoperta dei sapori del luogo .

Per tutti i graditi ospiti che ogni anno affollano (si fa per dire...) la nostra spiaggia, ricordatevi che sarete ancora più graditi se vorrete dividere con noi i piaceri della nostra cucina il 9 Agosto alla Passeggiata Gastronomica.


Buon Appetito.

venerdì 29 luglio 2011

Passeggiata Gastronomica



di Enzo Arcuri


L’amministrazione comunale di Montegiordano in collaborazione con la pro-loco, con i residenti e con il grande impegno del signor Romoaldo Bruno che si sta occupando del coordinamento della stessa, si ripropone martedi 9 agosto la passeggiata enogastronmica, la XVIII edizione…Tante sono le  edizioni della Passeggiata Gastronomica di Montegiordano, manifestazione che nasce nel lontano 1993 dall’intesa dei cittadini, pro-loco ed amministrazione Montegiordano con l’intento primario di valorizzare e promuovere le meraviglie e i prodotti tipici del territorio dell’Alto Jonio. Percorso enogastronomico a contatto con la semplicità del centro storico e dei residenti in un ambiente di rara bellezza. La Passeggiata di circa 2 Km fra i vicoli, con la possibilità di visitare i caratteristici borghi del comune di Montegiordano. L’itinerario prevede dei piatti predeterminati ed in ogni quartiere, le varie famiglie che lo popolano allestiranno uno stand dove verrà cucinato un piatto tradizionalea base di prodotti tipici locali. In abbinamento troverete del vino locale. Gli organizzatori augurano una “Buona Passeggiata” a tutti.



I PUNTI DI RISTORO SONO I SEGUENTI:
  1. VIA ISONZO: PASTORALE-PANNOCCHIE
  2. PIAZZA RISORGIMENTO: SPIEDINI
  3. VIA QUASIMO: PANINI CON SALSICCIA-QUAGLIE 
    ARROSTITE
  4. VIA T.CAMPANELLA: COSTATINE DI MAIALE E CAPICOLLO 
    ARROSTITI
  5. VIA G.CARDUCCI: LAGANE E CECI - PATEN MPALLUNET
  6. PITT'ANCHIUSE
  7. VIA PAISIELLO: CUST E PATEN-MAIATICHE
  8. VIA DELLA CONCILIAZIONE: MACCHERONI CON 
    FUNGHI
  9. PORCINI E CINGHIALE-MINESTRA ANDA PIGNET
  10. VIA GIOVANNI XXIII: PORCHETTA-ALI DI POLLO ARROSTO
  11. VIA GIOVANNI XXIII: PANNOCCHIE
  12. VIA GROSSI: AGNELLO ARROSTO-GLIOMMARIL-STIGLIO​LA
  13. VIA DANTE.' CAPRA AL FORNO
  14. LARGO DELLA REPUBBLICA: CRISPI.
  15. PIAZZA DEI CENTENARI: LIQUORE AL FINOCCHIETTO
  16. PIAZZA TARSIA: STAND PRO-LOCO (Giardino Alto Jonio)

mercoledì 27 luglio 2011

Legalità


È la base del vivere civile e democratico, senza non si può immaginare nessun tipo di convivenza. Sottrae l'uomo alla legge della giungla perché difende il più debole da chi invece ha i mezzi per imporre la sua legge. Legalità assume significati sempre diversi e sempre nuovi, in una terra come la Calabria che ne ha fatto a meno per troppo tempo
Sebbene viviamo in un'isola felice rispetto ad altre realtà della nostra Regione, non dobbiamo abbassare la guardia per non trovarci un giorno nella situazione di dover ristabilire i principi sacrosanti del vivere civile. Sappiamo com'è difficile poi tornare indietro. 

Il modo più semplice ed efficacie per fare scudo contro chi vede nei principi legalitari un ostacolo ai propri interessi di parte è fare della legalità un affare culturale, parlarne e confrontarsi su temi come quello proposto dall'associazione AMIGDALA.

Leggete il manifesto....

........  e Buona Discussione.

lunedì 25 luglio 2011

Partita del Cuore.


Viene riproposta da Cosimo Gatto la Partita del cuore, una partita di beneficenza che vede impegnata una selezione Montegiordanese contro i Medici dell'Ordine Provinciale di Cosenza. Abbiamo già parlato dell'iniziativa che ha come scopo quello di supportare l'adozione di Ignacio Emanuel Lopez, un ragazzo venezuelano che verrà aiutato da chi vorrà donare qualcosa durante l'esibizione amichevole delle due squadre in campo.

Abbiamo già parlato dell'iniziativa che è andata ben oltre l'inaugurazione..... qui potete leggere l'articolo di Marina Jonica che salutava positivamente l'edizione dello scorso anno...e spero che tale iniziativa possa accompagnare Emmanuel fin quando ne avrà bisogno.

Buona Discussione.

sabato 23 luglio 2011

Infrastrutture Sportive a Montegiordano: IL Video Denuncia.


Il Video denuncia che vi propongo è stato realizzato dai ragazzi di V.E.F. che si occupano dello sport e delle infrastrutture sportive Montegiordanesi. L'associazione che sta prendendo sempre più forma nella sua azione politica di opposizione, è composta da varie delegazioni che si occupano di settori diversi: sport, informatizzazione, sociale, economia.....   Ogni aderente all'associazione si occupa del settore di sua competenza, secondo appunto le sue competenze e attitudini. E oggi V.E.F., tramite i suoi delegati allo sport, si fa carico di informare sulla situazione delle nostre infrastrutture sportive. Un video che segue un tema già trattato su Marina Jonica nel post che potete rileggere qui.
Nel post precedente parlavo appunto di uno sport pericoloso: il calcetto. Allegavo delle foto a supporto della tesi,  ma un video, dove si vede chiaramente quel pericoloso quadro elettrico alla portata dei bimbi Montegiordanesi, è sicuramente più espressivo e immediato. 

A Montegiordanano a volte abbiamo velleità strane.....biciclette, casette a mare, sagre e passeggiate...e poi non riusciamo a mettere in sicurezza un capetto di calcetto.  

Il video credo che dica tutto..... a me no resta che augurarvi come al solito....Buona Discussione.

venerdì 22 luglio 2011

Amendolara: Nasce AMIGDALA

Il dopo Melfi, ad Amendolara, vede l'associazionismo protagonista. Un po come si fa qui da noi, a Montegiordano, con V.E.F. Vi riporto qui il comunicato con il quale la Presidente Anna Roma annuncia la nascita della sua associazione. 




Buona Lettura...e buona Discussione. 



di Anna Roma


Un’associazione di amici: “AMIGDALA” e la sua storia.

L’associazione “AMIGDALA” è nata dalla necessità di creare qualcosa che potesse essere al servizio di Amendolara, degli Amendolaresi, nonché di tutti gli abitanti dell’Alto Ionio.La nostra prima apparizione ufficiale in pubblico è la stessa che ci consente, oggi, di parlare alla popolazione con il cuore in mano, permettendoci di presentare quest’associazione che, creata con lo sforzo di alcuni, speriamo possa essere di tutti entro breve tempo.AMIGDALA è un progetto sorto per volontà di un piccolo gruppo di amici, tutti animati dal migliore intento possibile: far crescere la cultura e la coesione sociale in un paese quale il nostro, al quale l’associazione possa rendere un servizio sempre migliore e nel rispetto di tutti.Il rispetto, si, proprio ciò che è alla base di ogni rapporto umano. AMIGDALA si prefigge questo obiettivo e vuole perseguirlo ad ogni costo: garantire a tutti pari libertà di espressione nel partecipare alla vita della collettività. Lo statuto della nostra, anzi, della vostra associazione, è e sarà sempre imperniato su alcuni valori imprescindibili, quali l’appena citata libertà di espressione, sommata all’eguaglianza di tutti i soci e/o cittadini, senza esclusione alcuna e per nessun motivo. Sarà quindi il cittadino, per AMIGDALA e tutti i suoi soci, il centro dell’azione associativa, qualunque sia il suo sesso, la sua religione, la lingua con cui si esprime, la sua razza (qualora qualcuno ritenga che gli uomini possano essere assurdamente distinti in tal modo), il suo ceto sociale, la sua appartenenza politica.Quanto all’ultimo punto è d’obbligo un breve passaggio: si è inteso sottolineare, nella stesura dello Statuto di AMIGDALA, la completa apoliticità dell’associazione, in quanto è bene lasciare ai partiti ed ai circoli politici la loro sfera d’azione, mentre i consessi socio-culturali possono arrogarsi la prerogativa di far crescere la popolazione con quel desiderio di fare, di creare e di confrontarsi, che vada al di là del mero ritorno in termini di consenso riscosso nelle tornate elettorali.Oggi l’associazione AMIGDALA si presenta a voi tutti attraverso la stampa, sia quella su carta stampata, sia quella on-line e, a tal proposito, i fondatori sono lieti di presentare al pubblico anche il gruppo Facebook al quale tutti sono invitati ad iscriversi, cercandolo sul social network con il seguente nome: “Associazione Amigdala”. Il gruppo è stato creato per dare a chiunque la possibilità di conoscere l’associazione, di iscriversi a distanza, di proporre idee, intavolare discussioni su progetti da realizzare, chiedere informazioni sugli eventi in programma o leggere la scaletta creata per gli stessi. La presenza sul social network più diffuso al mondo serve a dare ad AMIGDALA quello sbocco sulla rete che rappresenta, oggi, il modo più facile, veloce ed innovativo per essere sempre a contatto con tutto il mondo e soprattutto all’avanguardia.Il saluto di AMIGDALA si chiude qui, perché l’intento dei soci fondatori non è quello di fare lunghi monologhi tenuti sempre da una o due persone, bensì quello di creare i presupposti per una crescita reale tra i cittadini di Amendolara e dei paesi limitrofi. L’invito, pertanto, è nuovamente rivolto a tutti coloro che vogliano iscriversi e fare qualcosa per il bene della collettività e, a tal proposito, vi chiediamo di prestare attenzione ai prossimi comunicati dell’associazione. AMIGDALA, infatti, sarà lieta di annunciare a breve la sua prima manifestazione pubblica. Siamo, infatti, in procinto di annunciare un’iniziativa portata avanti sin dalla nascita dell’associazione, ovvero la giornata della legalità, prevista per sabato 30 luglio. Eminenti personalità parteciperanno all’evento e siamo certi che condividerete il nostro entusiasmo nel partecipare ad un’iniziativa di tale calibro.“Alea iacta est” disse una volta un tale molto famoso e adesso che il dado è tratto e l’opportunità di fare è stata creata, uniamoci tutti in questo nobile sforzo, perché AMIGDALA siamo noi, siete voi, siamo tutti!

IL PRESIDENTE DELL'ASSOCIAZIONE.  ANNA ROMA

giovedì 21 luglio 2011

Cinema......


Sul sito della Proloco (www.montegiordanoproloco.org), il resoconto di una serata di Cinema. Il racconto di una focaccia Italiana che si è mangiato il paninazzo globale americano.

Buona Lettura...e buona discussione.

martedì 19 luglio 2011

Un Paese Da favola.



Un Paese da Favola.... è il titolo della brouchure organizzata dall'amministrazione Comunale per pubblicizzare Montegiordano.

Vi riporto qui alcune pagine del prodotto. In particolare la copertina insieme alla pagina interna dove sono riportate alcune opere dei tre artisti che stanno abbellendo le viuzze di Montegiordano Paese: Franco Lateana, Patrizia D'Amore e Ida Salerno.

Consiglio ai turisti che ogni anno decidono di passare le loro vacanze, o parte di esse, nel nostro paesello di non lasciarsi rapire solo dal mare e di visitare Montegiordano Paese. Consiglio di non salire su in Paese solo durante la Sagra Della Stigliola, quando la confusione non permette di capire cosa si sta facendo e dove ci si trova. Fatevi un giro in paese in un pomeriggio qualsiasi di Luglio o d'Agosto. Visitate le vie interne, i vicoli e le stradine. Vale sicuramente la pena perdere un pomeriggio di mare per visitare anche il centro storico del paesello Jonico e i suoi Murales. Il mare sta li....non scappa....   e uguale ogni anno, bello e pulito come il giorno prima. Un pomeriggio diverso, perso nelle vie di un piccolo centro Calabrese può invece essere un simpatico diversivo per rendere più interessante una vacanza Montegiordanese.

Buona Discussione.

domenica 17 luglio 2011

III Uscita del Rovescio.

Il Volantno Politico di Vita Energia Futuro raggiunge la sua III edizione che è possibile rileggere, per chi non riesce a raggiungere uno dei bar Montegiordanesi ed entrare in possesso della copia cartacea, sul sito internet www.ilrovescio.com.

Nei giorni precedenti la polemica sul volantino politico di opposizione Montegiordanese si concentrava sul fatto che gli articoli del Rovescio non fossero firmati. Strana polemica, al quanto sterile dato che c'è un simbolo che fa riferimento ad un gruppo consigliare che ha un suo capogruppo con un nome ed un cognome. Dietro questo movimento ci sono persone che non hanno mai evitato di assumersi le proprie responsabilità e che sono pienamente individuabili nella società civile Montegiordanese. Vita Enegia Futuro non è una sigla carbonara che raccoglie persone non ben indentificate. Sapete perfettamente chi siamo, ci sono documenti protocollati in sede di consiglio comunale che portano il nome V.E.F. Non siamo anonimi Don Chisciotte e non lottiamo contro nessun mulino a vento. Ad ogni riunione del Consiglio Comunale ci sono tre esposnenti di Vita Energia Futuro al quale potete chiedere spiegazioni.

Ritornando al contenuto del volantino politico, gli argomenti sono quelli che oggi riteniamo di maggior peso per la crescita civile della nostra comunità: Bialncio Comunale e Gestione delle infrastrutture sportive.

Potete leggere tutto sul Rovescio..... e commentare i contenuti qui o direttamente sulla pagina del Rovescio On Line.

Buona lettura e Buona Discussione.

lunedì 11 luglio 2011

Munnizza!

Perché, in un paesino piccolo come il nostro, dove tutto dovrebbe essere facile o comunque fattibile, abbiamo problemi nel gestire la spazzatura? Posso capire che popolazioni come quelle napoletane o palermitane rappresentino un grosso problema per chi è chiamato a monitorare il processo di raccolta e smaltimento dei rifiuti.... ma noi siamo un paesino duemila anime!!!!!
Cosa non va nel processo di raccolta che ci costringe ogni domenica a tapparci il naso e ad inorridire alla vista di cumuli di immondizia ammassati agli angoli del lungomare??
È solo di ieri la passeggiata ecologica che ha riunito gente che sta su posizioni politiche diverse nell'obiettivo comune di mantenere pulito il paesello Jonico.
Un simbolo quella passeggiata che voleva chiaramente veicolare il messaggio che tutti devono impegnarsi per una Montegiordano migliore, senza scomodarsi in significati più ampi che sarebbe ridicolo approfondire qui. 

Ma ai simboli, alle chiacchiere, devono necessariamente seguire i fatti. Che senso ha passeggiare mano a mano con Sindaco e assessori, che importanza ha il simbolo bello e incoraggiante delle istituzioni che puliscono la spiaggia insieme ai cittadini se poi la realtà ci sbatte in faccia foto come quelle che vi allego a questo post??

L'unico insegnamento che si può trarre dalla passeggiata ecologica e che le chiacchiere, per l'ennesima volta, non hanno prodotto fatti significativi. Che senso ha infatti trasformare per un giorno amministratori e amministrati in novelli spazzini se poi non si predispone un servizio efficiente e funzionale  di raccolta dei rifiuti?  Che senso ha pregiarsi di una raccolta differenziata, al grandioso 12%, se poi sul lungomare in certe ore si fa il bagno di munnezza?


I dati sulla differenziata ai quali faccio riferimento sono quelli relativi al 2009, fonti Arpacal, che il lettore interessato può leggere e scaricare direttamente qui. Spero quindi che amministratori e cittadini vicini ai passeggiatori ecologici evidentemente pentiti, evitino di smentirmi con cifre da comune virtuoso...... se avete voglia di farlo smentite l'Arpacal. 
Ora la domanda: ma è mai possibile che per raggiungere un misero 12% di differenziata il Montegiordanese deve sobbarcarsi la vista del suo splendido lungomare ridotto ad una valanga di immondizia???  Come viene gestita la raccolta porta a porta??? Perché in aree più periferiche, come la mia (Farinella), ci sono ancora i classici bidoni che attraggono pendolari del sacchetto, gente  che fa la spola dal centro alla periferia per disfarsi incontrollatamente della loro immondizia???

E ancora...... Perché sul lungomare il sabato e la domenica non passa mai nessuno a raccogliere la spazzatura che si accumula in angoli orribili alla vista e al naso??? È ormai chiaro che il punto debole del sistema "munnizza" Montegiordanese sono proprio i fine settimana e i giorni agostani di maggior affluenza.
Porta a porta vuol dire isole ecologiche per la raccolta del materiale, controllo capillare dell'immondizia, e mentre a Saracena usano codici a barre sui sacchetti per il monitoraggio della spazzatura, qui credono che la domenica il sacchetto si raccolga da solo. Oppure che prenda una di quelle biciclette che l'amministrazione aveva comprato l'anno scorso (con i soldi dei contribuenti) e che ancora stanno sigillate in qualche magazzino comunale.  E  mi piace immaginare il bravo sacchetto ciclista che a colpi di pedale se ne va diligentemente tutto solo in discarica. Ora capisco a cosa diavolo servono quelle biciclette.... alla raccolta differenziata!!!!!!

Si parla di incentivo al turismo, di pochi euro dati a gestori di B&B e simili per ogni posto letto occupato. Ma quale incentivo potrebbe riparare il danno di cumuli di immondizia che si formano ogni domenica d'estate Montegiordanese??  Non sarebbe meglio usare quei soldi, insieme ad altri individuati risparmiando su cose inutili come le biciclette, per meglio organizzare la raccolta porta  a porta dell'immondizia che rimane la strategia migliore solo, però, se attuata con il famoso buon senso del padre di famiglia che ogni amministratore dovrebbe avere???
Un padre di famiglia lascerebbe i suoi figli nella "melma"? Lascerebbe che il salotto di casa sua si riempisse di spazzatura quando gli ospiti bussano alla porta??  
Credo proprio di no. Credo invece che tutto lo sforzo del capo famiglia sarebbe orientato a mantenere quanto più pulito possibile tutta la casa e in particolar modo il salotto dove gli ospiti saranno accolti e coccolati.
Ma il salotto Montegiordanese, il suo lungomare, è ridotto ogni domenica come la cantina di un albergo ad ore. E credo che questo sia il peggior disincentivo che si possa immaginare per chi dovrebbe fare del turismo la sua arma vincente.

Buona Discussione....

venerdì 8 luglio 2011

Cose nuove.....


Un po di cose nuove.....vi allego le foto....


Il Trullo un po più Trullo..... e le casette che sono state da tempo messe nella posizione a loro destinata.  La parte Nord del lungomare mostra alcune novità ai visitatori di quest'anno, oltre naturalmente alle gallerie che renderanno appetibile anche chi vuole affittare una casa sulla Nazionale, il nostro nuovo Corso. Volevo rilanciare alcune foto per chi ancora non è sceso dai luoghi dove passa l'inverno. 

Ricomincia l'estate, con problemi vecchi e nuovi. Il programma estivo che fatica a farsi vedere, offerta turistica antiquata, raccolta differenziata che in estate mostra alcune pecche..... ma l'estate è ricominciata comunque..... e quest'anno non mi muovo dal paesello....


Una lunga estate Montegiordanese.





Buona Discussione.

martedì 5 luglio 2011

Piazzetta Luigi Pace.

Franco Lateana continua la sua opera sul centro storico in paese a dispetto di quanti preferirebbero il grigiume di un paese imbalsamato. L'artista Montegiordanese sta lavorando su una piazzetta fin'ora anonima al centro del corso Montegiordanese, abbellendola con murales ispirati alla vita di Luigi Pace, poeta Montegiordanese al quale è dedicata anche la biblioteca civica.
(A proposito ....... ....... ....... ....... ....... ....... ). Pace viveva proprio di fronte questa piazzetta, e Lateana ha ben pensato di ricordare in questo luogo la sua figura.

La piazzetta in esame fin'ora non è stata mai oggetto di nessuna attività, di nessuna azione che ne valorizzi la posizione al centro del nostro Paesello.  Anche i detrattori di Lateana avranno questa volta stimoli per andare a dare un'occhiata in un posto che fin'ora veniva dimenticato, zittito dall'anonimato conformista. Un luogo dove gli stessi che oggi minacceranno di gettare vernice bianca sui colori di Lateana, fino a ieri ignoravamo, snobbavano passando dritto. Bene o male purché se ne parli.....  e anche chi ne parlerà male almeno avrà di che chiacchierare. Novelli critici d'arte questa volta non ignoreranno la piazzetta al centro del corso Montegiordanese.

Io apprezzo tanto i murales di Franco. Mi piacciono perché fanno uscire dall'oblio un paesello che senza questa novità non avrebbe niente da dire. Montegiordano Paese non ha un Centro Storico di particolare importanza: siamo nati più o meno nel 1600 (vedi qui). Più che Centro Storico, forse sarebbe più opportuno parlare di case vecchie. Niente di particolare importanza. Anche per questo penso che far diventare Montegiordano Paese il paesello jonico dei Murales sia un'iniziativa eccezionale e imperdibile, sfruttando tra l'altro anche l'opera di un Montegiordanese che non cerca sicuramente niente se non l'onore di servire il luogo in cui è nato.


Qualcuno dice che le opere di Lateana sono una chiara pubblicità al suo lavoro e che quindi l'artista utilizzerebbe i muri di Montegiordano per farsi pubblicità gratuita. Si parla ancora di alcune norme che impedirebbero a chi fa murales di firmarsi... Ho ripetuto mille e più volte che non far firmare un'opera ad un artista mi sembra una forzatura e che tutti i posti che ho visitato, dove è possibile ammirare murales c'era anche la firma dell'autore. A me non hanno creduto, continuando a insinuare che Latena fa quello che fa per un bieco calcolo opportunista. La teoria del complotto è un tarlo difficile da estirpare da chi prende una posizione troppo rigida. 
Fortunatamente c'è internet.....  Diamante è la patria dei murales Calabresi. Sicuramente anche più importanti e più "nobili" di quelli Montegiordanesi. Se proprio i complottari non voglio passare, come personalmente consiglio, un pomeriggio nella splendida cittadina tirrenica per ammirare i suoi murales, li prego almeno di spendere un attimo del loro tempo per visitare questi link. Ecco alcuni Murales di Diamante:

Insomma.... a Diamante i Murales vengono firmati dagli autori. E se si fa a Diamante dove i Murales sono ormai un'istituzione e , al contrario di Montegiordano, vengono amati e incentivati dalla popolazione forse più lungimirante di quella Montegiordanese, non vedo perché qui si debba sempre gridare allo scandalo, guidati dalla meschina convinzione che il prossimo debba per forza lucrare e che ogni spinta a fare qualcosa debba per forza avere come propulsore il denaro. Potrebbe anche darsi, perché no, che qualcuno si adoperi per la semplice voglia di farlo?? 
E io credo che questo sia il caso di Franco, persona alla quale voglio bene e che ringrazio per quello che sta facendo per il suo e il nostro paesello.

Ma torniamo alla piazzetta.... sono convinto che grazie all'opera di Lateana questo angolo del corso uscirà dal  grigio anonimato e aspetto di ammirare al più presto il lavoro completato. Spero inoltre che, per una volta, i Montegiordanesi smentiscano la poesiola che li vuole incapaci di provare strade differenti. Quelle vecchie non ci hanno certo portato fortuna.

Buona Discussione.

domenica 3 luglio 2011

Immigrati

Vi allego un comunicato  stampa  del 20 giugno a cura della coordinazione locale PDL. Per la cronaca, oggi Domenico fa gruppo a sè in consiglio comunale, targato PDL. I gruppi di Minoranza sono dunque due: VEF (Introcaso, La Volpe, Migneco) e PDL (Acciardi). In Maggioranza invece sono cinque: PD (Vuodi, Basile, La Manna), IDV(Salvo), PRC(Panno), Socialisti (Mundo, Maradei), Misto (Pistocchi, Ruscelli). Spero di non aver sbagliato il puzzle..... sono andato un po a memoria.
Buona Lettura e Buona Discussione.

di Circolo PDL  Montegiordano "Italo Formichella"
Prendendo spunto di quanto succede nella limitrofa laboriosa cittadina Lucana, Policoro (Matera), il consigliere di minoranza “Vita-Energia-Futuro”, Domenico Acciadi (in foto), coordinatore Pdl zonale, ha chiesto all’amministrazione comunale di Montegiordano l’affiliazione  all’associazione immigrati multietnica “La Realtà” operante  in Policoro nel settore sociale e culturale per l’accoglienza, l’integrazione e l’assistenza a favore degli immigrati, famiglie, anziani, colf e badanti. Per tale istituzione occorre che il comune metta a disposizione dell’associazione No-Profit un ufficio con tutta l’attrezzatura, garantendo l’apertura al pubblico per almeno 18 ore la settimana da parte di un mediatore culturale. Tutti gli oneri annessi e connessi da giustificare con un progetto esecutivo dettagliato, trovano, tra l’altro, finanziamento regionale con  partnership il comune, previo sottoscrizione di protocollo d’intesa.
<< Gli obiettivi – specifica il consigliere Acciardi- sono quelli di agevolare e favorire l’integrazione sociale tra le famiglie italiane e quelle straniere al fine di creare un benessere psicosociale e una ricchezza culturale per uno sviluppo futuro. L’associazione lucana  che opera da circa cinque anni, conta numerose adesioni che trovano riscontri come accoglienza, orientamento, mediazione linguistico sociale e culturale, assistenza e aiuto per il lavoro, la casa, salute, flussi d’ingresso, documenti per il rilascio e il rinnovo della carta di soggiorno, stimoli e promozioni alla partecipazione della vita sociale e culturali>>. Secondo dati ufficiali riferiti al 31.12. 2009, gli stranieri regolarmente iscritti all’anagrafe del comune di Montegiordano erano 42, di cui 31 donne. Il comune dell’Alto Jonio con più presenze di stranieri è Trebisacce con 539, di cui 285 donne. La comunità di romeni è quella più rappresentata.
20 giugno 2011.