sabato 29 dicembre 2007

Il Parco Eolico Montegiordanese

Mettetevi comodi, questo articolo è un po lunghetto...... forse anche troppo.
Oggi voglio parlarvi infatti di un affare poco chiaro del quale sto cercando di capirci qualcosa.
Fino ad ora però tutti i miei sforzi sono stati inutili, sul Parco Eolico che dovrebbe essere costruito a Montegiordano ci sono solo ombre.
Un po' di tempo fa incontrai per caso a Cosenza l'assessore Nicola Corbino e mi fermai con lui a parlare del problema per cercare di capire quali erano le ragioni che lo portano ad una posizione nettamente contraria alla costruzione del Parco Eolico sul territorio comunale.
Devo dire che le sue ragioni sono tutt'altro che infondate: l'Eolico ha un impatto ambientale visivo non indifferente, basta dare un'occhiata alle foto che ho allegato a questo post che si riferiscono all'impianto eolico di Tarsia (CS).
Le foto sono state prese da un Blog a favore dell'Eolico, tanto per citare una fonte che la pensa in maniera diversa.
Inoltre, come argomentato anche da Corbino, l'Eolico sta diventando un affare a livello europeo e, prima di accettare l'espropriazione del territorio comunale, bisogna stare bene attenti a non imbattersi in affaristi senza scrupoli che pensano troppo al loro guadagno non preoccupandosi minimamente dell'impatto ambientale che pali alti centinaia di metri creano al territorio.
Perché non bisogna dimenticare che in un certo senso l'eolico inquina.
L'orizzonte visivo ne viene completamente stravolto e, per una regione come la nostra ricca di paesaggi e di memorie legate alle sue colline e al suo mare, pali alti che si ergono a violare la vista sono un danno notevole.
Corbino credo che sia contrario all'Eolico anche perché la sua segreteria di partito al livello Regione è contraria. Non penso che possa mettersi contro la linea dei dirigenti al livello Regionale di Rifondazione Comunista. Questo però è un altro discorso. Io non faccio il politico di professione e questi discorsi li lascio fare a chi è decisamente più bravo di me.
Ci sono anche altre associazioni in Calabria che si stanno battendo contro i Parchi Eolici. Fare Verde, ad esempio, non si lascia scappare un' occasione per manifestare il suo dissenso. Nonostante tutto la Regione Calabria ha varato una delibera per la regolamentazione della materia che ci mette al passo con le le altre regioni italiane.
Che solerzia!!!!!! Che Velocità!!!!! Non c'ero abituato..........
Il fatto è che l'eolico è un business non indifferente, il Parco di Tarsia è sotto sequestro per motivi ancora poco chiari.

E qui entriamo nel lato oscuro dell'affare eolico......
Ai comuni che offrono i propri territori per gestire l'eolico, viene offerto un sacco di soldi. A Montegiordano sono stati offerti circa trecentomila euro l'anno, una cifra che al nostro comune farebbe molto comodo.
Parlando con il sindaco La Manna però ci siamo trovati d' accordo sul fatto che, quando ci sono troppo soldi in giro, bisogna stare attenti a non cadere in tranelli che possano danneggiare la comunità. Quindi, da quel che ho capito, la linea del sindaco mi è sembrata tutta basata sulla cautela.
Non vorrei però che per troppa cautela Montegiordano perdesse un' occasione più unica che rara.
Infatti, è vero che l'eolico ha un impatto ambientale elevato ma i comuni nostri vicini hanno già fatto partire le pratiche necessarie con delibere comunali discusse in consiglio che danno il via all'iter per la costruzione dei sistemi eolici sui rispettivi territori.
La mia paura quindi e di trovarsi, come recita un antico adagio Montegiordanese, “ cu cul rutt e senza ciras” [letteralmente con il culo rotto ma senza ciliegie. n.d.t].
In pratica, per i non bilingue, di dover sopportare l'inquinamento visivo dei futuri parchi eolici di Roseto e Rocca Imperiale ma di non usufruire della compensazione in termini monetari del impatto ambientale causato dai pali eolici. Una vera furbata alla Montegiordanese!!!!!!!!!!

Per riassumere in breve tutto questo sproloquio..... è vero che l'eolico inquina il paesaggio ed è anche vero che sotto questo affare c'è forse una lobby europea per lo sfruttamento di fondi comunitari ma è pur vero che Montegiordano ha bisogno di sopravvivere. Non possiamo permetterci di perdere i soldi della gestione degli impianti eolici per poi dover sopportare la vista di quelli degli altri. Sarebbe una beffa così grande da nascondersi la testa sotto la sabbia.
Non dimentichiamoci inoltre che l'eolico è sempre una di quelle fondi rinnovabili di energia per le quali forze ambientaliste del nostro paese si battono da sempre.
Ora che vogliamo fare???? Facciamo dientrofront e ritorniamo a bruciare petrolio?
Io sinceramente una idea sul Parco Eolico Montegiordanese ancora non me la sono fatta. Invito per tanto gli amministratori a darmi una mano in tal senso e, soprattutto, a scegliere bene per il loro e per il nostro futuro.
Ciao.... e scusate per lo sproloquio............ vi prometto che non lo faccio più!!!!
(mento sapendo di mentire....).


N.B.
Data la complessità del problema questo articolo non è per niente esaustivo e forse pecca di imprecisione in alcuni suoi punti. Prego i lettori a non lesinare commenti e correzioni.

mercoledì 26 dicembre 2007

Informazioni Anas

Alessandro un po di tempo fa mi ha segnalato il sito dell' Anas. Qui è possibile prendere visione dei progetti che si stanno realizzando al livello nazionale al fine di modernizzare e integrare la rete stradale e autostradale.
Naturalmente, a noi interessa l'evoluzione dei lavori per la ss 106 Jonica. In questa sezione è possibile prendere visione dei lavori che interessano la nostra strada. Vi invito a fare un giretto su questo sito, ci sono cose molto interessanti.
Ad esempio, sembra che sia stato progettato una variante per Nova Siri, che ci permetterebbe di evitare gli odiati semafori nel centro abitato che, oltre a rallentare il flusso stradale, vengono usati dall'amministrazione comunale come mezzo per fare cassa a discapito degli automobilisti.
Per quanto riguarda Montegordano si parla naturalmente delle gallerie e altro ancora. Sembra comunque che i problemi dovuti al controllo delle gare siano stati risolti e i lavori di adeguamento per le gallerie Montgiordanesi partiranno a Gennaio.

Speriamo bene. Ciao.

lunedì 24 dicembre 2007

Viva il Sole!!Buon Solstizio di Inverno a tutti!!!


Oggi è il Dies Natalis Solis Invicti, il giorno in cui il sole rinasce e diventa più forte e ci promette ancora una volta la sua protezione dalle tenebre. In questo giorno il sole, che sembrava dovesse morire nel giorno più corto dell'anno invece rinasce, diventa più forte, ci illumina le menti, riscalda i corpi e riempie di speranza i nostri animi.

No, non sono diventato pazzo...... ho solo ripreso antiche tradizioni Romane e sto riscoprendo la spiritualità dei nostri avi.
Il Natale non è una festa cristiana, ma ha radici ben più antiche.
Il 21 Dicembre è il solstizio di Inverno. Se qualcuno di voi ha intenzione di svegliarsi all'alba, potrà notare come il sole in questo giorno resta fermo, non si muove attraversando il celo come fa di solito. Per questo motivo il giorno nel solstizio di inverno dura poco.
Da questo strano fenomeno nasce il nome di solstizio, letteralmente sole fermo.
Noi italiani, data la latitudine della nostra bella penisola, possiamo ammirare al meglio questo fenomeno solo alcuni giorni dopo il solstizio vero e proprio, diciamo il 24 o il 25 Dicembre.
Per i Romani (e per la maggior parte dei popoli sulla faccia della terra) questo giorno aveva un significato magico. Il Sole moriva perché non si muoveva, ma risorgeva il giorno dopo assumendo nuova forza e possenza, ritornando a illuminare e riscaldare gli uomini.
Per Roma questo giorno era un giorno di grandi celebrazioni, Il Natale del Sole, il sole era rinato. Questa festa era la più grande festa dell'impero.

Con Costantino e l'avvento del cristianesimo le cose cambiarono. Costantino era sia Imperatore che Pontefice Massimo (era Papa praticamente). Fece coincidere i festeggiamenti della nascita di Gesù con i festeggiamenti per il Natale del Sole. E ora noi festeggiamo il Natale, non sapendo che stiamo festeggiando da più di tremila anni la rinascita del Sole dopo il giorno più corto dell'anno.

E io, che non mi sento Cristiano, oggi festeggerò il Sole.
Viva il Sole, Buon Natale a tutti. Buon Dies Natalis Solis Invicti.


N.B.
Per quelli che non vogliono svegliarsi all'alba.... nella foto c'è l'alba Montegiordanese!!! Ciao.

venerdì 21 dicembre 2007

Un album di foto veramente bello.

Sul sito fatto da Achille ho trovato una cosa che mi è piaciuta moltissimo. Si tratta di un album di foto veramente bello che contiene istantanee del nostro paesello. In particolare mi sento di pubblicizzare questo album perché contiene foto di Montegiordano Paese, al quale io non ho ancora dato molto spazio nei miei articoli.
Anche il paese di Montegiordano è un posto veramente bello da visitare e da valorizzare.
Naturalmente io sono cresciuto in Marina, giocando sul lungomare e respirando sin da subito quel senso di libertà che solo chi è nato vicino al mare conosce e apprezza. Questo però non vuol dire che non mi sento di appartenere anche questo paesello di montagna a ben 650 metri sul livello del mare. In fondo è proprio questa una delle particolarità Montegiordanesi, abbiamo una doppia anima, il mare e la montagna.
A volte questa doppia personalità sfocia in banali quanto stupidi campanilismi, quando io credo che dovremmo sfruttare le diversità e le differenti risorse presenti nel nostro territorio.
Attualmente però le due comunità vivono un po isolate e distanti tra loro, come se non appartenessimo ad uno stesso paese. Questo stato di cose in realtà non è colpa dei singoli individui ma del sistema paese che si è andato costruendo negli anni.
Il Paese e la Marina Jonica distano fra loro ben 9 km di curve e tornanti. Le amministrazioni che si sono succedute non hanno fatto niente per unificare le due comunità, costruendo ad esempio una strada più agevole di collegamento.
Il risultato è che ci sentiamo come separati in casa!!!!! Come se fossimo due realtà diverse che sono costrette a vivere nello stesso luogo.
Spero che le cose possano cambiare in futuro, anzi sono sicuro che cambieranno.
Io forse sono un po fissato con le infrastrutture ma credo che l'unica maniera affinché le nostre due comunità Montegiordanesi possano finalmente fondersi in una sola grande famiglia e la costruzione di una strada di collegamento veloce fra paese e marina. In questo modo ognuna delle due comunità potrebbe veramente trarre giovamento dall'altra, evitando di stupidi comportamenti da fratelli che non fanno altro che litigare per qualche giocattolo nuovo.

Ciao.

giovedì 20 dicembre 2007

Il più bel Lungomare dell'Alto Jonio.


Qualcuno potrebbe dire che sono di parte..... ed è vero. Ma guardate che spettacolo!!!! credo davvero che sia il più bel lungomare dell'Alto Jonio cosentino. L'unico dove è possibile passeggiare tranquillamente su un largo viale senza avere l'impaccio di auto e moto che sfrecciano vicino. Un viale alberato con pini e palme. Sinceramente credo che sia il nostro fiore all'occhiello.
Da qualche anno la bellezza del lungomare è stata ulteriormente valorizzata dalla scogliera che, proteggendo il litorale, ha permesso un allargamento della spiaggia e di conseguenza un miglioramento dell'intero lungomare montegiordanese.
Naturalmente anche qui ci sono moooolti margini di miglioramento. Innanzitutto credo che la pavimentazione, dopo anni di onorato servizio, andrebbe un tantino rimessa in sesto. Per non parlare dell'asfalto stradale. La scogliera di cui parlavo prima è un opera secondo me incompiuta...... io ho visto tante scogliere e i materiali usati sono di gran lunga migliori di quelli usati a Montegiordano.
Non vorrei che fra qualche anno il mare ritorni a chiedere il conto per un'opera fatta a metà.

Inoltre, per rendere il lungomare un opera unica, occorrerebbero due cose importanti:
  • La darsena, che permetterebbe a Montegiordano di vivere finalmente il mare come una risorse tutto l'anno e non come un giochetto per turisti e vacanzieri.
  • Estensione del lungomare fino al primo casello nord della ferrovia.
Se si riuscissero a realizzare questi due obiettivi, il nostro lungomare sarebbe un capolavoro costiero, e non solo il più bel lungomare dell'Alto Jonio cosentino.

La foto l' ho presa dal sito del Comune di Montegiordano

Ciao.

mercoledì 19 dicembre 2007

Campa cavallo......

Altre informazioni dal nostro amico Alessandro Alfano che io amo definire Il Travaglio Montegiordanese. Questa volta parla delle gallerie mi scrive in una mail:

Mi riferisco ai lavori delle gallerie di Montegiordano il cui titolo esatto è:"SS106 Jonica-Lavori di impiantistica tecnologica stradale a servizio delle gallerie e degli svincoli ricadenti nel 3°, 1° e 2° stralcio-Tratto compreso tra i Km.402+400 e 405+950 in provincia di Cosenza". Secondo l'ufficio stampa Anas di Roma (tale Leone Irene Anna) è dal 14 settembre scorso che la Commissione aggiudicatrice sta verificando l'anomalia delle offerte presentate dalle imprese che hanno partecipato all'appalto.Da questa data sarebbe dovuto trascorrere un tempo massimo di 60gg. abbodatemente scaduti.
Speriamo bene. Nel frattempo diciamo "campa cavallo che l'erba cresce".
Alessandro Alfano


Ragazzi ragazzi......... qui stiamo diventando troppo polemici però...... :-)
Naturalmente ho inoltrato la mail al nostro amico Alessandro in Lombardia (ma si chiamano tutti così?????)

Ciao.


domenica 16 dicembre 2007

Una tarantella lunga Mezzora

video


Salve ragazzi..... coma sa chi mi conosce io amo la musica popolare. L'otto dicembre sono stato ospite di alcuni amici a Mormanno, bellissimo paesello sul Pollino. Lì impazzava la festa del perciavutti, dove i visitatori sono guidati a visitare il centro storico del paese attraverso le cantine rionali. Ci sono quattro cantine, una per ognuno dei quartieri importanti di Mormanno e si passa la serata cantando, bevendo e mangiando prodotti tipici locali.
L'atmosfera è veramente simpatica e accogliente e vi invito a visitare Mormanno il prossimo otto Dicembre. L'intero Pollino in realtà è un paradiso terrestre fatto di valli incantate e montagne grandiose, dove lo sguardo non si stanca mai di cogliere un particolare o ammirare una sfumatura. Anche a me, amante instancabile del mare, questa montagna fa un certo effetto.
Per chi ne volesse sapere di più su Mormanno e sul Pollino, può visitare il Blog di Salvatore

Il video che vi propongo è stato girato nel bar centrale di Mormanno (ogni paese Calabrese che si rispetti ha il suo bar centrale!!!! Un scriverò qualcosa su quello di Montegiordano). Beh... ci siamo messi a suonare una tarantella che è durata mezzora e più..... un record!

P.S.
Per chi non mi consce, nel video io sono quel pazzo pelato con il tamburello....

Ciao.

sabato 15 dicembre 2007

IL Blog serve a qualcosa....

Ciao.
Oggi mi è arrivata una mail particolarmente gradita. Scrive Alessandro, un ragazzo Lombardo che ha visitato il mio blog e mi ha contattato. Vi riporto il testo della mail:

ciao
volevo farti i complimenti per il sito e per l'importante iniziativa che hai
avuto nel pubblicizzare il tuo paese in questo modo.
ti spiego velocemente.
io sono un ragazzo della Lombardia ma originario della Calabria (provincia
di Crotone) e ogni anno percorro la statale 106 e passo a montegiordano
(complimenti per il paese).
da alcuni anni mi è venuta la passione per le infrastrutture stradali e
quindi seguo molto questo argomento, e in particolar modo seguo
l'ammodernamento della statale 106.
a montegiordano è da molti anni che è stata completata la variante anche se
non è stata aperta al traffico, e da come ho letto da alcuni tuoi post il
problema principale è quello della mancanza di sicurezza delle gallerie.
da ultime informazioni ANAS so che è stato fatto l'appalto sia per il
completamento della variante sia per la costruzione dell'ultimo tratto a
nord di montegiordano.
volevo sapere se volevi collaborare con me, magari con notizie, dato che tu
lì ci abiti, o magari se hai foto delle opere (piccole dimensioni però
perché non ho l'adsl) sarei immensamente grato.
ti ringrazio per il disturbo
ciao
Alessandro.

Beh.... che dire..... gli ho risposto subito dicendogli che gli avrei dato tutto il materiale possibile. Ringrazio fin da ora Alessandro per l'interessamento a questo nostro piccolo paesello Calabrese e spero che di lettori come lui ce ne siano tanti. Per questo motivo ho messo su questo blog e per questo motivo credo nella forza di Internet.

Ciao a tutti e continuate a leggere questo spazio.... a qualcosa inizia a servire.
Stay Tuned.

P.S.
Le gallerie nella foto sono situate in Alto Adige. La foto è stata presa qui.... ciao.

sabato 8 dicembre 2007

E' fatta!!!!! Sto viaggiando con l'ADSL!!!

Bhe... dopo tanto penare possiamo dire che è fatta.
Sto navigando tranquillo con il mio pc linux, comodamente sdraiato sul lettuccio di casa mia a Montegiordano godendomi finalmente tutte le comodità della banda larga Telecom. Il modem WiFi è istallato in un'altra stanza è compie egregiamente il proprio dovere. In una parola, possiamo dire che almeno il digital devide in questo paesello nord Calabrese è stato battuto!!!!!
Ora abbiamo sia mamma Telecom che un servizio Wireless di un'azienda privata, la Calu.
Ai cittadini la scelta...... io preferisco la Telecom, anche se forse con la Calù si potrebbe risparmiare qualcosa. La la tecnologia Wireless di questa azienda è comunque, a mio avviso, da preferire per le nuove installazioni, qualora non si volessero fare sull'edificio particolari impianti per il cablaggio dell'appartamento.
Sono contento che, dopo le raccolte di firme, tante telefonate, l'impegno del comune, le discussioni e quant'altro, finalmente abbiamo vinto questa battaglia e possiamo usufruire di un servizio essenziale per vivere il nostro tempo.

E' simpatico inoltre registrare il fatto che, seppure questo blog parli di Montegiordano, è il primo post che effettivamente viene scritto e inviato direttamente da Montegiordano!!!!

Godetevi una foto di Simone Cimminelli e buona navigazione a tutti.......

mercoledì 5 dicembre 2007

Lo Jonio e il Tirreno

Scrivo questo post mentre sono in conferenza su Skype con amici da Orsomarso, un paesello sul Pollino Tirrenico che un giorno o l'altro dovrò visitare. Per ora vi invito a visitare il sito del mio amico Stefano.
E' simpatico ascoltare il loro dialetto, visto che è praticamente come il nostro, salvo un lieve accento napoletano...... d'altro canto noi sullo Jonio abbiamo qualche influenza pugliese.....
Sarebbe interessante unire in qualche modo le comunità nord calabresi di Jonio e Tirreno.
Io penso sempre ad una sorta di strada che parta magari da Montegiordano per arrivare a San Nicola Arcella.
Credo che sono queste le cose che servono per un serio e duraturo sviluppo.
Occorrerebbe inoltre un'istituzione che ci unisca in qualche modo..... si parlava della provincia di Castrovillari opposta a quella di Sibari.
Alla fine non si è fatta ne l'una ne l'altra..... Senza scomodare la provincia potremmo fare un unione dei comuni del nord Calabria che unisca le comunità che in un modo o nell'altro vivono nell'aria del Pollino.
A pensarci bene però basterebbe la strada!!!!! Meglio una infrastruttura che un ente pubblico!!!!


Va be, ritorno a cazzeggiare in conferenza con i miei amici.
Nel frattempo si è unito anche Serafino da Catanzaro.... è siamo in quattro. Che bello internet.....

N.B.
La foto me l'ha data Simone Cimminelli, grazie Simo...... e soprattutto grazie Montegiordano.

sabato 1 dicembre 2007

Tutto iniziò da li!!! Almeno per quanto mi riguarda!



Guardate che foto ho preso dal sito dell'agriturismo di Paola Favoino!!!!
Questa è la cappella di San Rocco, suggestiva chiesetta di Montegiordano Paese. La chiesetta è posta all'interno di un oliveto stupendo su un altopiano dal quale è possibile anche vedere il mare. Considerate che siamo a circa 650 metri sul livello del mare, quindi l'atmosfera è particolarmente suggestiva. Nell'agriturismo vicino alla cappella ogni tanto ci riuniamo con Paola e altri amici per serate in compagnia di organetti e tamburelli e tanto vino. Naturalmente non mancano occasioni per ascoltare del buon jazz dal vivo, specialmente nelle serate estive. Il motivo del post però non è quello di fare pubblicità a Paola, non ne ha bisogno. In realtà, per quanto mi riguarda, tutto è iniziato da qui, dato che in questa cappella, ventinove anni fa, si sposarono i miei genitori!!! Per questo motivo sono particolarmente legato a questo posto e non potevo rinviare un articolo che lo riguardasse in questo mio spazio.
C'è anche una festa in devozione del santo che si celebra ogni anno a Montegiordano Paese, ma data la mia poca vocazione cristiana non ricordo assolutamente la data. Per motivi di lavoro sono sempre lontano da Montegiordano in queste occasioni.
Va be..... di questo magari ne parliamo un'altra volta.

Ciao a tutti.