venerdì 23 luglio 2010

Ma come Parli??? Ma com parls???


Tempo fa avevo pubblicato alcuni simpatici detti Montegiordanesi, parole e frasi che ci accompagnano nella nostra vita quotidiana. Nel nostro meridione il dialetto è tutt'altro che un fenomeno marginale da difendere. È invece vivo e vegeto, si modifica e si evolve, è una creatura viva e in movimento.
Probabilmente servirebbe invece difendere l'Italiano, il dialetto Toscano da noi è sempre stato visto con una certa diffidenza e, quando possibile, preferiamo usare la nostra caratteristica parlata, propria dei territori a cavallo fra Basilicata e Calabria.
La cosiddetta zona Lausberg oggi viene presa come ispirazione da alcuni ragazzi che stanno creando una interessante associazione culturale che ha raccolto le cinquanta frasi che vi propongo. Per i non bilingue, cercherò di cimentarmi in una improbabile traduzione, conscio del fatto che alcune cose vanno ascoltate e non lette per rendere al meglio il senso di ciò che si vuole dire!!!!!!

Ecco quindi le cinquanta frasi.......... per chi è interessato, nei link a destra, è possibile trovare il canale you tube dell'associazione Lausber. Io provo a tradurre ma....non vi garantisco niente...... Riportare queste cose in Italiano non è tanto facile, anche per un dialettofono come me. Ci provo e sono sicuro che quello che uscirà sarà abbastanza ridicolo da perdere un centinaio di lettori:


1. Abb’n’dik’d e foraffàscï’n - "Ma tu guarda che cosa carina.....speriamo che non attiri le invidie di nessuno!!!!!"
2. A ccù appartenës’? - "Potresti gentilmente indicarmi i vari rami del tuo albero genealogico??"
3. A fatigä, së fujerëdë bbonä, ‘a fajerënë ‘i caàn’ -" Chi è quel coglione che ha detto che il lavoro nobilita l'uomo????" Letteralmente: "Se lavorare fosse davvero piacevole, lo farebbero i cani".
4.‘A fiss’ vullëdë e lli can’ arràggïn’ -  "Qui le donne se la tirano troppo"
5. Aj ‘ndind’ ‘u pïnnìll’?  - "Sei riuscito a concludere quella interessante pratica amorosa nella quale eri così tanto impegnato???"
6. A mmij ‘a ràggiä m’ mangïdë - "Oggi sono davvero nervoso, potrei fare uno sproposito!"
7. An më në dicë proprij - "Che noia!!!!  Non ho voglia di fare niente!!!
8. An tënn’ faj varv’ cu stu pïnnìll’ - "Non credo che questa sia la gusta maniera di affrontare il tuo problema!"
9. A tìmpë antìchë… - "Stavamo meglio quando stavamo peggio"
10. Attacc’ ‘u ciuccië addù vod’ ‘u patrùnë - "Fai sempre quello che vuole il capo, anche se sembra che ti abbia chiesto una cavolata assurda.......è lui che paga". Oppure: "Se ti piace così.....fatti tuoi"
11. Attàcchëtë allu capìcchïë ‘i mammëtë - "Ritorna dalla mamma che il mondo non è fatto per gente come te"
12. ‘A vecchïë quann’ è vecchïë pur’ ‘u culë s’arrëpecchïë - "Le donne dopo un po perdono quella loro freschezza che ci attira tanto quando sono giovani"
13. Ca s’vò sciullà ‘a chìsïë - "Mannaggia!"
14. Ca t’vò spart’ ‘u lamp’ - "Sei proprio uno scocchino.....perdinci! Speriamo che cadi un lampo e ti dividi in due parti simmetriche (questa mi è sempre piaciuta particolarmente n.d.t.)"
15. C’eja stà ‘ndi pirë cutulàt- "Ti sei messo in un grosso pasticcio e ora devi subirne le conseguenze" (Questa merita una menzione particolare.....ma non qui.....e non ora..... da questa frase nasce un insegnamento profondo.......n.d.t)
16. Cchiù scurë da mmenzannott’ än c’è nnendë - "Siamo messi proprio male.....peggio di così si muore"
17. Ciù ‘ndingïd’ ‘u paànë  - "Credo che questa situazione ti giovi proprio.......ti vedo proprio a tuo agio"
18. Comë ‘u cicërë ‘nda cucchiàrä - "Come la 17......"
19. Cu ‘n s’accuntént’d’ da minnä da vaccä ricoglïd’ ‘u niïrvë du voj - "Chi troppo vuole, nulla stringe"
20. È frush ‘i scopä novä - "Ha appena iniziato.......diamo tempo al tempo per giudicare il suo operato che ora potrebbe sembrare buono....ma più in là...chissà!!!"
21. È gghiutä ‘a varc’ a mmarë - "Usato specialmente in avventure galanti....... indica la buona riuscita della trattativa"
22. Everësä campà cint’ ann’, nuvantanov’ ‘ndu litt’ e ggunë all’ïmpìd’ - "Spero vivamente che ti venga un malanno......"
23. Evïssa purtà ‘ngunä vrisìngä a la casä- "Questa non l'ho capita"!!!!!!
24. Faj comë ‘u maàrë - "Prenditi un calmante!!!!!! Sei troppo agitato!!!!"
25. Faj scumpariscë ‘i murt’ e lli viìvï - "Sei davvero sconveniente!"
26. Fajill’ acquà ‘u tarzànn’ - "Hei tu....... bulletto..........mi stai dando davvero fastidio" 
27. Gavëzàtë e pìgliënë nàtë - "Riprova, sarai più fortunato"
28. Jamë và! - "GO GO GO GO"
29. Jé nna gattä frajàtä - "E' una gatta morta"
30. K’ guardïs’, ‘u solë quann’ aggirïdë? - "Ti vedo particolarmente distratto oggi...."
31. ‘N cazz’l’ e mazz’l’ - "Non l'ho capita"
32. Pigliä cu trij e ttornä - "Rifai quello che hai fatto.....ti sei trovato bene una volta perché cambiare???"
33. Quann’ mangïs’, ann’eja guardà ‘n faccï a nisciùn’ - "Quando mangi......devi stare attento a quello che fai"
34. Rrobba mej stattë cu mmij - "Son avaro....taaaaanto avaro"
35. Sciucc’ ‘u languriaàt’ - "Sei davvero uno sciattone!!!"
36. Së sta fajénn’ ‘i sunn’ nivïrë - "Stai dormendo proprio tanto........."
37. Së tutt’ ‘i pull’ canösherënë ‘u gran’ - "Se tutti sapessero scegliere fra il bene e il male, probabilmente ci sarebbero meno problemi"
38. Sì cchiù ‘i nu minz’ cristijànë? - "Davvero credi di essere una persona importante???? Ti stai sopravvalutando"
39. Sparagnàmë e cumparìmë - "Facendo in tal maniera, risparmiamo e otteniamo un miglior servizio"
40. Staj com’ ‘u sav’zizz’ ‘ndall’uglië - "Guarda la 17"
41. Stattë ca mangïs’ - "Chi dorme non piglia pesci"
42. Stu panz’ a crëdénz’ - "Non l'ho capita"
43. T’ej rïcutë marr’ marr’ - "Credevi di far non so cosa, invece sei stato fregato"
44. Teveränë accìd’ chi petr’ da ferrùvij - "Sei un delinquente tale che dovrebbero lapidarti"
45. Teveränë fa ‘i maànë comë ‘i piìdë - "Dovrebbero punirti in tal modo da farti passare ogni voglia di far casino"
46. Tu poj campà a stu munnë - "Tu si che hai capito come si vive!!!!!"
47. ‘U figlië mutë ‘u capiscïdë ‘a mammä   - "Ogni scarrafone e bell a mamma soia!!!"
48. ‘U picciònë ‘i mammëtë - "Maledico gli organi genitali della tua genitrice che hanno prodotto un simile sgarro al genere umano"
49. Vat fà na pugnétt’ a rip’ ‘i mar’ - "Ti consiglio di procedere in atti di autoerotismo perchè non credo che tu possa far altro"
50. Vidë vì comë tej cùmbïnaàtë - "Ti vedo davvero male.... ti servirebbe una aggiustatina"

Mi scuso naturalmente con i puristi della parlata di Montegiordano Paese perché, evidentemente, le frasi erano nello slang Marinaresco!!!!! Non solo nella classica "A" al posto della  "E"......ma frasi come "È gghiutä ‘a varc’ a mmarë" non possono nascondere la loro origine marinara.  La lingua, anche il dialetto, cresce e si evolve.



Buona discussione

10 commenti :

peppone (giuseppe s.) ha detto...

vediamo se qualcuno ricorda questi detti:
"nej friitt polpt"
"Oh n'ha capiit"
"ih rivizz"
qualcuno della mia età o più grande ricorderà ciao a tutti ( bei ricordi)

Francesco ha detto...

AAaaaaaaaaps peppò!!!!

Anonimo ha detto...

ma questo cartello così ben illustrato dov'è?????? non ci ho mai fatto caso è in paese?...

peppone (giuseppe s:) ha detto...

lo sai chi erano????ahahahhaha
poi c'è una frase mitica,
" c' voj pur na fell i pitrisch a'ndu panin " ahahahha scusate il termine ma doveri dire tutta la storia e i personaggi per ahahahha è stata una situazione che io mi sono quasi fatto sotto dalle risate

Francesco ha detto...

Il cartello è davanti al mercato coperto....


Un'altra bella frase che deve essere legata al contesto è:

"Su com i catacatosch.... nascn n'da merd e issun u mes i maggi....."

Legata al contesto nel quale è stata detta è allucinante....ho riso per due giorni....

peppone (giuseppe s.) ha detto...

per raccontarvi il contesto di questa frase devo chiedere il permesso a carlucc du bar fidatevi tra le facce dei protagonisti e le frasi mi sono fatto sotto dalle risate ancora oggi rido se ci penso ahahahahhaaaaaaaaaaaaaaaa

Anonimo ha detto...

Non mi è nuova qst frase mi sa tanto da Carluccio del bar XD e mi sembra di averla già sentita!

Ciaoooo

SaMaTTa!

franco acciardi ha detto...

per la nr 42 ti suggerisco:
"trattasi di fannullone che vive sulle spalle di altri.....mangia, beve a sbafo ed evita qualsiasi sforzo...."
credo possa essere questa una interpretazione

complimenti per il blog e per il tuo impegno

Franco acciardi
da 33 anni lontano da Montegiordano ma che torna al paesello sempre volentieri
ciao e buon lavoro

peppone (giuseppe s.) ha detto...

scusa franco acciardi ma tu sei il fratello di salvatore vero? salutami per favore salvatore e digli che con la mia testa c... ; ho riperso il suo cell per la 50esima volta ciao

Anonimo ha detto...

il dialetto di Montegiordano è quello del paese.diffidate dalle imitazioni.
il dialetto che si parla in marina è un mix tra trebisacce-amendolara-oriolo-francavilla-albidona


VIVA IL DIALETTO DEL PAESE, IL VERO DIALETTO DI MONTEGIORDANO....