mercoledì 15 febbraio 2012

Comunità Montane.


Nei commenti ad un mio articolo sull'unione dei comuni, è venuta fuori una simpatica discussione sulla Comunità Montana. Io sostengo, è unite nasconderlo, la necessità che Montegiordano aderisca all'Unine dei Comuni "La Via del Mare", insieme a Roseto e Rocca Imperiale mentre, legittimamente, alcuni lettori sono di parere diverso argomentando la loro posizione in base ad una presunta solidità dell'ente storico, la Comunità Montana, rispetto a quello nuovo ma, a mio avviso, più snello ed efficacie delle  Unioni.

Oggi vi propongo un articolo di Calabria Ora dove, fra l'altro, viene citato anche il nostro Onorevole locale. 

La domanda: secondo voi al territorio serve un ente che progetti e pianifichi gli interventi, o un sistema burocratizzato e ingessato, una macchina pesante statalizzata che fatica a trovare un suo posto nella velocissima società attuale? 

Servono equilibri politici o una Politica equilibrata??? Se l'obiettivo è quello di pianificare lo sviluppo del territorio, è più efficacie l'approccio delle Comunità Montane o quello dell'Unione dei Comuni?

Anche se in tanti negano, so che molti leggono quello che scrivo su questo giocattolo. Anche l'Onorevole Franchino. 
Può sembrare anche difficile da immaginare per chi mi segue da un po, ma io non ho assolutamente nessun pregiudizio di fondo rispetto al ruolo che il dirigente Democratico Montegiordanese gioca sul nostro territorio. Mi piacerebbe quindi  conoscere la sua posizione al riguardo al fine di approfondire una tematica importante. 


Buona Discussione.


3 commenti :

Anonimo ha detto...

Io penso che la comunità montana ormai andrebbe sostituita da un'ente completamente riorganizzato e rinnovato, ma non ostante ciò non sono d'accordo con la fusione tra i comuni, ogni comune ha le proprie tradizioni, le proprie culture alimentari e persino diversi dialetti, confondere tutto questo in un solo comune ovvero in un grande minestrone rovinerebbe quel poco di cultura storica di ogni centro dell'alto jonio...

Sono d'accordo se questa fusione fosse solo un modo di dire che rappresenti un'assidua collaborazione turistica, industriale, economica e gestionale, ma ognuno con la propria autonomia...

Francesco D'Amore ha detto...

Certo..... condivisibile la tua lettura..

Ti faccio notare però che l'Unione non è una fusione ma un ente sovracomunale: un po come le comunità montane, ma più snello (e la differenza sta proprio qui....).

I singoli comuni non perdono la loro indipendenza formale ma collaborano per alcune funzioni e servizi pubblici.

Wikipedia è a volte troppo generalista e poco precisa, ma serve per fari un'idea di massima.

Leggi qui:

http://it.wikipedia.org/wiki/Unione_di_comuni

Grazie per il tuo intervento e Buona Discussione.

peppone (giuseppe s.) ha detto...

Al consiglio comunale hanno detto se non ricordo male che la competenza della comunità montana su montegiordano marina non è concepita per legge, se ricordo bene la competenza parte da sopra il mandrone.
Secondo il mio punto di vista era più giusto aderire all'unione deei comuni, che non significava perdere in autonomia ma collaborare insieme per proporre progetti comuni.La proposta era avallata dalla minoranza ma è stata respinta dalla maggioranza.Adesso bisognerebbe sapere i progetti portati avanti dalla comunità montana a Montegiordano e quelli che gli altri riescono a fare con l'unione dei comuni.