venerdì 23 novembre 2012

Consiglio Comunale Montegiordanese


Giorno 29 Novembre 2012, alle 9:30 è stato convocato il Consiglio Comunale con all'ordine del giorno i punti che leggete sopra.
 
In seconda convocazione il Consiglio è fissato per giorno 30 Novembre, alle 10:30.
 
Non voglio soffermarmi nel merito del consiglio, ma più che altro ragionare sulla vera novità di questa convocazione: l'orario.
E' sempre stata buona prassi, con pochissime eccezioni, convocare i Consigli Comunali in orari che permettessero una piena partecipazione alle adunanze. Una partecipazione puntale anche a chi lavora in strutture non pubbliche e che quindi non sono agevolati come altri nel prendere giorni di congedo.

Non mi riferisco tanto ai cittadini che a Montegiordano hanno quasi sempre disertato le adunanze del Consiglio Comunale. Mi riferisco agli stessi consiglieri, specie quelli di opposizione, che avranno non poche difficoltà a partecipare ai Consigli Comunali se questa odiosa eccezione diventasse la regola.
 
Introcaso, Maradei e Salvo avrebbero non poche difficoltà a partecipare ai Consigli comunali se questi venissero convocati durante gli orari nei quali la gente normale normalmente lavora.
 
A pensar male si fa peccato, ma io non ho mai inteso prenotare un posto fisso in Paradiso. E voglio pensar male.
Secondo me questa nuova disciplina potrebbe anche essere giustificata da una legittima paura di una maggioranza dai numeri risicati come quella Montegiordanese che in questo modo vorrebbe assicurarsi, in modo alquanto discutibile, una sorta di maggioranza forzata in consiglio.
 
La mia potrebbe essere una lettura artificiosa, ma non credo ci siano giustificazioni altrettando plausibili nel fissare un Coniglio Comunale in modo tale da non far partecipare molti degli aventi diritto. 
Considerato il fatto che nell'attuale maggioranza, per quel che mi risulta, non c'è nessuno che lavora in strutture non pubbliche (eccezion fatta per i liberi profgessionisti che non hanno obblighi di mandato) a pensar male non si fa poi così tanto peccato. Forse non andrò dritto all'Inferno.
 
Un'ultima considerazione: quando un dipendente pubblico leggittimamente chiede un giorno di permesso per incarichi istituzionali, quest'assenza ha dei costi per Collettività. Un insegnante non si recherà al lavoro, un impiegato diserterà lo sportello.... e così via.
 
Ogni cosa ha un prezzo. Anche fissare l'adunazna di un Consiglio Comunale in orari, ripeto, nei quali la gente normale normlmente lavora.
 
Buona Discussione. 

3 commenti :

GIUSEPPE SALERNO ha detto...

francesco ma forse hai sbagliato forse è alle 21??
scherzo..........
comunque facciamo i complimenti all'assessore Caterina Pistocchi, se non sbaglio è lei che si è battuta moltissimo per lo sportello , Caterina è molto attiva sta dimostrando di essere veramente in gamba faccio i miei complimenti.

GIUSEPPE SALERNO ha detto...

ciao francesco allora come è andato questo consiglio comunale mattutino??
spero che la sveglia sia suonata in orario per tutti io avevo ordinato caffè e cornetti per tutti, sai visto l'orario magari uno si poteva addormentare. fammi sapere se li hanno portati.

Francesco D'Amore ha detto...

Mi hanno detto che erano abbastanza svegli... e anche nervosetti.

Hanno perlato per mezz'ora di questo post su marina jonica.

Marina Jonica è stato il primo punto all'ordine del giorno.... mi fa piacere. E poi continuano a dire che non lo legge nessuno.....

Io, sfortunatamente, non ero presente. Sai.... a quell'ora generalmente lavoro, come fa la maggior parte della gente normale che ha ancora la fortuna di avere un lavoro.