giovedì 8 maggio 2008

Pro TAV, contro l'odissea su rotaie!

Castiglione Cosentino - Montegiordano:
Parigi - Londra:
Con mio fratello Daniele e il mio amico Omar vi propongo di riflette sui tempi che impiega un Calabrese che vuole attraversare la sua amata terra. Prendiamo un paesino ai confini della provincia Cosentina, uno a caso, Montegiordano. Questo bel paesello dista dal capoluogo di provincia la bellezza di 120 Km...... una distanza tale in tempi remoti si attraversava in giornate di cammino, la morfologia della Calabria non aiuta certo a renderla accessibile e di veloce attraversamento..... ci sono più monti qui che in Tibet!!! ( va be.... non esageriamo....).
Però dovremmo essere nell'era dell'alta velocità, dei treni super veloci che viaggiano a 200 km/h, le cose dovrebbero essere migliorate rispetto a quando andare da Montegiordano a Cosenza significava viaggiare....

Dovremmo... perché qui in Calabria le cose non sembrano andare esattamente così, e a ben vedere il resto dello stivale non gode di miglior sorte. Vi invito ad osservare gli orari e la durata dei treni direttamente presi da Internet, il nostro angelo custode che ci permette di non vivere nella completa ignoranza. Allora dicevamo, prendiamo il nostro paesello preso a caso dai tanti, e confrontiamo gli orari: io lavoro a Cosenza, quindi controllo le partenza da Montegiordano a Castiglione Cosentino: circa 2 ore...... e vi assicuro che siamo in condizioni ottimali, perché se perdo una coincidenza a Sibari o se decido di partire al momento sbagliato, potrei anche impiegare 5 ore e più!!!!!!!
Ora, l'utente non particolarmente smaliziato o che semplicemente si fida delle ferrovie dello stato potrebbe pensare che questi tempi sono dovuti, che il treno, essendo un mezzo che viaggia su ruote di ferro (lo so è una stronzata... ma qualcuno potrebbe pensarlo) ci debba mettere per forza taaanto tempo a fare 120 km!!!!!
Ma io voglio fare il rompicoglioni, e vado a controllare quando ci metto ad andare da Parigi a Londra!!!!! Ad occhio e croce dovrei metterci circa sette o otto ore, ma anche di più considerando che devo andare da una nazione ad un'altra, passare la Manica (non quella de giubbotto Giusè, sveglia) e considerando anche il fatto che i sistemi ferroviari Francesi sono differenti da quelli Inglesi. Gli Inglesi in fatto di standard hanno qualche problemino. Già è difficile fargli capire che l'intero mondo guida sulla destra, figurati se cambiano la distanza tra una rotaia ed un'altra.

Udite udite...... suonino le campane....... PER ANDARE DA PARIGI A LONDRA CI VOGLIONO 2 ORE!!!!!!!!! IL MIRACOLO SI CHIAMA TGV (TAV in Italiano).
Clikkate sulle immagini prese da internet per confrontare voi stessi gli orari!!!!!

A questo punto, dal profondo del mio cuore si leva un solo grido, una parola poeticha che supera l'amato Pollino, si bagna nello Jonio e attraversa la Sila fin giù nelle profodità Tirreniche per poi riemergere e andarsi a posare sull'Aspromonte e ritornare nell'amato capoluogo Catanzaro: MA VAFANCULU!!!

Che differenza c'è fra i Francesi e noi Italiani, noi che abbiamo inventato prima di tutti il Pendolino, per poi regalarlo alla Francia. Noi che dobbiamo pagare la benzina ad 1,50 euriiiiiiiiii anche se siamo la patria di Enrico Fermi che ha inventato il nucleare????? Siamo forse più stupidi di un Francese???? Forse più stupidi no, ma più idioti si..... mi sono rotto dell'ambientalismo becero e bigotto che poi riempie la Campania di rifiuti, voglio la TAV, voglio progresso che mi permetta di vivere e svilupparmi nella mia terra senza dover per forza emigrare i paesi progrediti che mi permettono di lavorare e vivere felice. Progresso non vuol dire per forza inquinamento, e la Campania è l'esempio lampante. Progresso però vuol dire lavoro.

Pensateci!!!!!!!!

35 commenti :

stesang ha detto...

Mi sa che fai il finto tonto: confrontare il caso peggiore italiano con il caso migliore europeo rappresenta un puro sfoggio di demagogia. Certo, potresti confrontare la tratta Bologna-Milano con quella Parigi-Londra e le cose andrebbero sì un pochetto meglio, ma solo un pochettino. Allora fai il confronto tra Bologna-Milano e Cosenza-Montegiordano e scopri che anche anche qui c'è una bella differenza, a netto svantaggio della seconda tratta. Allora mi chiedo, e ti chiedo, non sarebbe meglio farla qui una alta velocità, o anche semplicemente una media velocità, della quale possono beneficiare passeggeri pendolari e non solo merci industriali? Le sole tav che vogliono fare invece sono solo per assecondare gli interessi di ricchi e profiqui imprenditori, lasciando a se stesse le reali esigenze della popolazione. Facciamo di tutto, ma riacquistiamo perlomeno un minimo senso delle priorità.

Francesco D'Amore ha detto...

......


Stefano ti faccio un altro esempio.

Sto per andare a prendere un treno, vado a roma da mio fratello.

Paola - Roma termini:

parte alle 18:45.... arriva alle 23:15.

Anonimo ha detto...

Bisognerebbe anche essere leggermente realisti.....la tratta "Cosenza-Montegiordano" non accende l'interesse di nessuno..almeno tra quelli che contano(nel senso che hanno i soldi e il potere)...Non è che ci sia poi tutto questo giro d'affari che rischia il congelamento perchè non c'è un collegamento diretto e più o meno veloce!
Dire..o meglio scrivere queste cose mi dispiace molto, ma purtroppo il mondo gira intorno a chi ha il potere di farlo muovere!
GM

Francesco D'Amore ha detto...

Ragà non avete capito il senso......

O forse vi siete abituati al non senso e alle fregature da non rendervi conto che io sto parlando di due posti che stanno nella stessa PROVINCIA!!!!!!


Vi devo ricordare che abbiamo ancora la linea ad un solo binario?????

L'errore da non fare è quello di abituarsi al mal costume. Da noi le cose non funzionano, dobbiamo renderci conto di questo.

Anonimo ha detto...

francesco..io ho capito quello che vuoi dire...ma il tuo paragone rischia di cadere nel ridicolo..Prigi e Londra sono le capitali economiche europee, è normale che chi di competenza ha un elevato interesse a costruire una super linea all'avanguardia..in calabria il primo vero problema sono i soldi..e i soldi passano solo per poche mani...e queste mani sono mani pericolose...molto pericolose..

Anonimo ha detto...

ciao..che stiamo messi male lo sappiamo tutti..ma tu o voi la soluzione ce l'avete? caro anonimo delle 20 e 25 le mani di cui parli tu sono le mani nostre le mani di chi ha sempre votato gente come gli attuali politici che stanno al potere...e ti do ragione!!! caro francesco...ma secondo te la soluzione...dov'è???...
...
mi risponderai di sicuro che questo non spetta a te...ma il bello è che siamo nel 2008 e l'unico primato che abbiamo in calabria è l'associazione a delinquere piu potente del mondo...codesta associazione ha un giro di affari pari al pil della california!!! S.T.

Anonimo ha detto...

ciao..che stiamo messi male lo sappiamo tutti..ma tu o voi la soluzione ce l'avete? caro anonimo delle 20 e 25 le mani di cui parli tu sono le mani nostre le mani di chi ha sempre votato gente come gli attuali politici che stanno al potere...e ti do ragione!!! caro francesco...ma secondo te la soluzione...dov'è???...
...
mi risponderai di sicuro che questo non spetta a te...ma il bello è che siamo nel 2008 e l'unico primato che abbiamo in calabria è l'associazione a delinquere piu potente del mondo...codesta associazione ha un giro di affari pari al pil della california!!! S.T.

Anonimo ha detto...

ciao..che stiamo messi male lo sappiamo tutti..ma tu o voi la soluzione ce l'avete? caro anonimo delle 20 e 25 le mani di cui parli tu sono le mani nostre le mani di chi ha sempre votato gente come gli attuali politici che stanno al potere...e ti do ragione!!! caro francesco...ma secondo te la soluzione...dov'è???...
...
mi risponderai di sicuro che questo non spetta a te...ma il bello è che siamo nel 2008 e l'unico primato che abbiamo in calabria è l'associazione a delinquere piu potente del mondo...codesta associazione ha un giro di affari pari al pil della california!!! S.T.

Anonimo ha detto...

Scusate nn vorrei essere scortese ma mi sa che nn site molto aggiornati.. in italia l'alta velocità è gia in costuzione la prima tratta è milano torino stanno avviando i lavori per altre tratte..un'altra cosa scusatemi scordatevi che nei collegamenti tra province ci sia l'alta velocità.. perchè nel caso non lo sapeste l'alta velocità è nata per fare concorrenza agli aerei molto piu comodi e veloci e quindi con questo voglio dirvi che hanno la stessa funzionalità dell'aereo nn fanno fermate collegano solo le citta maggiori tra loro..capito???
quindi è inutile stare a parlare di alta velocità tra paesi della provincia!!!! se proprio volete collegamenti piu veloci nella provincia cominciate a parlare di metropolitana.. quella è la vera e propria e la piu efficace e veloce dei collegamenti tra provincie.. e un'altra cosa la metropolitana è costosa da costruire..ma l'alta velocità costa praticamente 10 volte la costruzione della metropolitana!! e per di piu il territorio calabrese è troppo montuoso per costruire l'alta velocità che nn ha curve i binari sono sempre in posizione diritta!!! quindi scusate se sono stato scortese e scusate l'irruenza ma scordatevi l'alta velocità tra province perchè è una cosa che solo nell'immaginario è realizzabile!!! ciaoooo

Anonimo ha detto...

Caro anonimo delle 20.19....credo che il punto non sia la realizzazione della tav Cosenza-Montegiordano, ma almeno di un collegamento più veloce del pulman che c'impiega una vita dovendo fare milleeduecento fermate...
Però volevo informarti, non spendo come tu vivi quotidianamente la metropolitana, che non nasce certo per collegare i paesini di provincia alle città, ma per agevolare gli spostamenti all'interno della stessa solo nel caso in cui sia troppo estesa o veramente troppo trafficata..

Anonimo ha detto...

io ho origini di montegiordano ma vivo qui a milano ed è vero è trafficata.. ma collega i paesini di provincia con la citta nn solo spostamenti nella stessa città!!certo nn arriva in proprio tutta la provincia ma ne ricopre gran parte anche perchè la provincia di milano è diventata piu piccola a causa dell'inserimento di monza come nuova provincia!! cmq nn c'è bisogno di avere una citta trafficata per fare la metropolitana se rifletti è il metodo piu veloce per spostarti in provincia!!! perchè nn investire in questo?? ciaoo

Anonimo ha detto...

Non in tutte le città si può costruire una metropolitana (cmq la metro a milano non passa mica per tutti i paesi in cui fa provincia, arriva giusto nell'hinterland e neanche in tutto, ma solo nei posti strategici)
Cmq una metropolitana tu dove la costruiresti??

Anonimo ha detto...

no ma cmq la mia era solo un'ipotesi per sviare il discorso dall'alta velocità perchè era un discorso che nn ha proprio valenza si parlava a vuoto..cmq a milano è vero che nn arriva in tutta la provincia ma ne ricopre gran parte per esempio io abito nell'ultimo paese a nord in provincia di milano piu in su sono tutti provincia di moza
e la metropolitana qui nn arriva ma 2 paesi prima del mio arriva e due paesi prima del mio significa 5 minuti in macchina e massimo 10 minuti in treno quindi ne ricompre gran parte o cmq è facilmente raggiungibile!!

Anonimo ha detto...

cmq ci vorrebbe una bella soluzione per i paesi della provincia di cosenza..sono troppo distanti l'uno dall'altro da montegiordano a trebisacce se nn mi sbaglio ci sn 21 km e così via e in mezzo ci sn solo due paesi.. qui da me a milano in 21 km ci sn 20 paesi e nn si capisce quando finisce uno e quando finisce l'altro è sempre case case case..
ci vorrebbe un sistema per ridurre la lontananza tra paesi ma nn mi viene proprio in mente una soluzione è una situazione troppo difficile legata anche e soprattutto alla morfologia del territorio!!

Anonimo ha detto...

..poveri noi..

Anonimo ha detto...

io dico di cominciare a mettere a posto la salerno reggio...e sbattere in galera un po di gente...CHE nE dite?????? ALTRO CHE TAV !!!

Anonimo ha detto...

a proposito di tuo fratello..ma carmeluzzo non scrive mai?

Anonimo ha detto...

W la ex democrazia cristiana.
Si è sistemata tanta gente a monteg. e nessuno partiva.
Con le amministrazioni di sinistra, vedi il PSI, a monteg. si sono sistemati solo tra di loro ed ora stanno scomparendo. Fate 2 calcoli e rendetevi conto.....
MONTEGIORDANO LA FENICE

Anonimo ha detto...

Ragzzi lasciate stare la TAV, l'alta velocità e la globalità in generale, ma sedetevi all'ombra di un albero e restate ad ascoltare, a guardare e a pensare. Non immaginate quanto sia bello e utile. Cioo a tutti.
Un saggio ha detto.....

Anonimo ha detto...

aaaa montegiordano fenice?!?!! RIPIGLIATI!!!

Anonimo ha detto...

be nn è male la tua idea!!!

Anonimo ha detto...

ciao francesco volevo chiederti com'è l'aria di primavera li??? come è l'atmosfera?? si sente l'imminente arrivo dell'estate??ormai nn manca tanto eheh quante domeande.. ma volevo sapere un po se li si inizia ad andare a prendere il sole se c'è gia piu gente tra le strade ecc.. l'ultima volta che sono venuto(gennaio) nn c'era un'anima viva in giro erano tutti rintanati...ciaoooo e auguri a tutte le mammeeeeee d'italia e del mondo d'italia soprattutto!!!!!!!!!!!

Francesco D'Amore ha detto...

montegiordano come l'araba fenice che si rigenera dalle sue ceneri mi piace.....

Tieni presente che siamo già alla seconda ricostruzione del nostro paesello, o forse alla terza, se consideriamo anche l'insediamento Italico di meniznara.

Comunque, volevo farvi notare che il mio ultimo post era una provocazione che ha raggiunto il suo scopo, quello di farvi rendere conto che sullo Jonio siamo messi veramente male dal punto di visto del trasporto locale. Io non chiedo di avere la stessa attenzione di due capitali europee, ama almento di collegarci in maniera decente con il nostro capoluogo di provincia. Non ha senso essere provincia di Cosenza se per arrivarci a Cosenza devo partire un giorno prima. Quello delle due ore è un tempo ottimistico, a volte occorrono anche 5 ore per arrivare a cosenza.

La salerno reggio calabria va rifatta, ma a me basterebbe anche quella che c'è se fosse possibile raggiungerla in maniera agevole........ non chioedo la luna, solo una certa attenzione per il popolo dell'alto jonio cosentino.

Comuqnue, farò un resonconto in un altro posto di come vedo io l'alto jonio cosentino nell'ottica dei trasporti locali.


Ciao e buona discussione.

Anonimo ha detto...

di Salvatore Borsellino - www.19luglio1992.com
16 Aprile 2008. Il giorno della verità è arrivato.
Per giorni e giorni abbiamo dovuto subire un Veltroni che tentava goffamente di imitare, senza mai nominarlo caso mai il solo pronunciarne il nome non venisse scambiato per una demonizzazione, Berlusconi. Non ne possiede però l'arte, l'arte non si improvvisa ma si ottiene solo dopo anni di esercizio come cabarettista sulle navi da crociera.

Insieme tentava, anche qui con scarso successo, di ripetere gli slogan di Obama senza però averne l'appeal da predicatore.
"Possiamo farcela", "Possiamo farcela", "Ce la stiamo facendo", "Ce l'abbiamo quasi fatta", "Ce l'abbiamo fatta", fino al definitivo e mesto "Ce l'hanno fatta", e poi di corsa a congratularsi con l'ex nemico dichiarando con soddisfazione "come nello stile delle migliori democrazie occidentali"

Peccato che di "migliore democrazia" in Italia non se ne è mai vista e tanto meno ne vedremo sicuramente in futuro.

E poi ancora a dichiarare pateticamente: "Adesso potremo fare le riforme insieme".

Certo, basterà adattarsi a dire sempre si a quello che deciderà il Cavaliere, una persona adusa a "non fare prigionieri", basterà approvare sempre quello che pretenderà di fare chi fino a pochi giorni fa dichiarava che per concedere la presidenza di una delle Camere all'opposizione avrebbe prima dovuto dimettersi (o meglio ancora morire) il Presidente Napolitano.

Basterà tenere fermi i Magistrati mentre Berlusconi li imbavaglia (e in questo tutta la sinistra può suggerire tecniche raffinatissime già sperimentate nel corso del precedente governo) o mentre vengono sottoposti a elettroshock o lobotomia per guarirli dalle loro turbe mentali.

Basterà suggerire quali elementi contigui alla mafia o alla camorra inserire nella commissione antimafia, tanto a parte Cirino Pomicino o a Elio Vito, la scelta è ancora vasta.

Basterà aiutarli a comprare, possibilmente a basso prezzo, qualcuno dei pezzi del patrimonio demaniale che Tremonti, l'uomo della finanza creativa, ha deciso di mettere in vendita per risanare il bilancio statale.

Basterà non opporsi allo smembramento dell'Italia in tante regioni indipendenti e magari aiutarli a fare uscire l'Italia dall'Europa abolendo anche l'euro e ritornando ai baiocchi o ai sesterzi

Veltroni è l'uomo dei miracoli, ma dei miracoli a modo suo: fa resuscitare i morti rivitalizzando e dando nuova vita a un cadavere politico come Berlusconi che a Settembre dell'anno scorso era a un passo dal suicidio per il disfacimento della sua coalizione e per gli insulti e i dileggi di ogni tipo che gli arrivavano da Bossi e dai suoi buffoni di corte, Fini e Casini, e nel contempo riesce a fari dissolvere nel nulla quella parte della sinistra italiana non omologata all'interno del suo partito.
Che più che un partito somiglia a un prodotto da vendere tramite strategie elaborate attraverso i manuali di marketing per la vendita dei detersivi.

Siamo, questa volta si, l'unico paese europeo dove non esistono più un partito socialista e un partito comunista.

Certo che se i socialisti avessero dovuto essere gli eredi (in tutti i sensi) di Craxi e del Craxismo, non è una gran perdita, ma la mancanza di un partito comunista, e soprattutto di una sinistra estrema in Parlamento significa la mancanza di una valvola di sfogo per una parte delle componenti sociali del nostro paese che può portare a delle conseguenze pericolose e imprevedibili.

Adesso potremo pretendere che Berlusconi mantenga le promesse fatte in campagna elettorale.
Che Mangano sia proclamato eroe nazionale magari insieme a Riina e Provenzano perché come Mangano ha saputo resistere ai magistrati che volevano costringerlo a denunciare i misfatti di Berlusconi e Dell'Utri.
Anche Riina e Provenzano, sotto le peggiori torture come il 41 bis, da abolire quanto prima possibile, non hanno mai rivelato, da veri eroi, con quali settori dei servizi deviati hanno collaborato per allestire le stragi di Capaci e di Via D'Amelio.

Potremo pretendere che i libri di Storia vengano riscritti e che sia eliminato ogni riferimento alla Resistenza, che, probabilmente, non è altro che una leggenda metropolitana, come l'Olocausto.

Potremo pretendere che venga avviata la costruzione del Ponte sullo Stretto di Messina e magari, visto che non è stato promesso anche il potenziamento delle infrastrutture, autostrade e ferrovie siciliane spesso risalenti ancora al periodo borbonico, che Messina venga trasformata in un enorme parcheggio per assorbire il traffico che arriverà a pieno ritmo tramite il ponte ma che non potrà essere smaltito con la stessa velocità.

Anzi forse non è poi così necessario costruire davvero il ponte: basterà fare arrivare i capitali che servirebbero a costruirlo e distribuirli equamente tra "famiglie" siciliane e "´ndrine" calabre, e bisognerà far presto perchè a volte i mafiosi si innervosiscono e magari può succedere un incidente come quello capitato a Salvo Lima per avvertire Andreotti.
Non tutti i mafiosi infatti sono gentili come lo stalliere Mangano che metteva solo qualche bomba per avvertire, perchè "lui è fatto così", come dicevano in una amabile conversazione telefonica Berlusconi e Dell'Utri.

Anzi, a proposito, le intercettazioni andranno ovviamente proibite, a tutti i livelli, tanto per questo l'accordo tra vincitori e vinti è completo. Basterà non sollevare troppe obiezioni se il cavaliere volesse ammettere, come uniche intercettazioni possibili, quelle necessarie per potere individuare, nelle comunicazioni tra i comuni cittadini, il delitto, di "lesa maestà".
Scusatemi se tento di scherzare sulle cose tragiche, ma a tentare di farci piangere nei prossimi anni saranno altri a pensarci.
Allora, dopo questa disfatta annunciata, bisogna riorganizzarsi e ripartire per una lotta che sarà ancora più dura ma che non per questo ci deve spaventare, anzi ci deve dare più forza e determinazione per affrontarla.
Dopo l'assassinio di Paolo seguito a quello di Giovanni anche Antonio Caponnetto aveva detto, in un momento di sconforto, "E' finita, e' finita", ma poi si rialzò e fino alla fine della sua vita continuò a girare l'Italia portando a tutti i giovani che lo incontravano il suo messaggio "RESISTENZA".
Una "NUOVA RESISTENZA" è questo il messaggio che ci deve dare l'energia per continuare la nostra lotta.
Quanto abbiamo fatto fino ad ora non è bastato, dobbiamo fare di più, la nostra rabbia deve aumentare e dobbiamo comunicarla agli altri ma deve essere una rabbia che porta a costruire, non a distruggere.
Paolo e Giovanni sono con noi, dobbiamo riprenderci il nostro paese e realizzare il loro sogno

Salvatore Borsellino

...scusate non c'entra nulla..ma valutate

Anonimo ha detto...

ciao
La redazione del sito www.19luglio1992.com esprime la propria solidarietà al giornalista Marco Travaglio che è stato fatto oggetto di attacchi concentrici e provenienti da tutti i partiti politici rappresentati in parlamento con le uniche voci contrarie, finora, di Antonio Di Pietro e Mario Adinolfi.


Il giornalista Marco Travaglio contrariamente a quanto sostiene il ministro Altero Matteoli non ha affatto teso a Schifani una "vergognosa imboscata" ma si è limitato a riferire dei fatti che riguardano le passate (?) frequentazioni ed i rapporti societari dell'On. Schifani con personaggi indagati condannati per reati connessi all'usura e alla criminalità mafiosa.

www.19luglio1992.com...

Francesco D'Amore ha detto...

Ragà.......


Ma che diavolo c'entrano gli ultimi due post con il tema dell'argomento e con il tema del blog in generale????



Per favore evitate commenti OT.

Anonimo ha detto...

Un minimo di attinenza c'è quando si parla di infrastrutture..un minimo di attinenza c'è quando si grida che vogliamo la tav e vogliamo i grandi ponti!!! si li vogliamo ma stiamo attenti a cosa vogliamo e a chi vogliamo:"Potremo pretendere che venga avviata la costruzione del Ponte sullo Stretto di Messina e magari, visto che non è stato promesso anche il potenziamento delle infrastrutture, autostrade e ferrovie siciliane spesso risalenti ancora al periodo borbonico, che Messina venga trasformata in un enorme parcheggio per assorbire il traffico che arriverà a pieno ritmo tramite il ponte ma che non potrà essere smaltito con la stessa velocità.

Anzi forse non è poi così necessario costruire davvero il ponte: basterà fare arrivare i capitali che servirebbero a costruirlo e distribuirli equamente tra "famiglie" siciliane e "´ndrine" calabre, e bisognerà far presto perchè a volte i mafiosi si innervosiscono e magari può succedere un incidente come quello capitato a Salvo Lima per avvertire Andreotti.
Non tutti i mafiosi infatti sono gentili come lo stalliere Mangano che metteva solo qualche bomba per avvertire, perchè "lui è fatto così", come dicevano in una amabile conversazione telefonica Berlusconi e Dell'Utri."

Francesco D'Amore ha detto...

Io sono un semplice cittadino Calabrese che vuole progresso per la sua terra. Sono un semplice cittadino calabrese che ha avuto la fortuna di viaggiare e vedere che in altri stati infrastrutture come treni veloci, ponti, energie alternative, porti hanno fatto la fortuna dei popoli che abitavano quelle terre.

Altre seghe mentali le lascio fare a voi intellettualoidi che sicuramente sapete parlare meglio di me.

Figurati se a me piace la ndrangheta e la mafia, io ci vivo in Calabria. Ma se ci facciamo impaurire e facciamo passare il messaggio "Non faccio la strada e non faccio il ponte perché altrimenti i soldi se li frega la mafia" allora abbiamo perso in partenza. Non credo che Borsellino e Falcone volessero un popolo impaurito. IO NON HO PAURA. E dico quello che penso anche se vuoi, ben pensanti, affermate il contrario. Una Calabria progredita e proprio quello che la Ndrangheta non vuole. E se vogliamo una Calabria progredita, servono infrastrutture.

Ciao, e firmatevi ogni tanto!!!!

Anonimo ha detto...

..se non fosse per la distanza sentiresti tutto il mio orgoglio! BRAVO! Gli hai tenuto testa!
Ma da quale zoo sono scappati questi quà!..Mi sa che per scrivere sanno scrivere, ma hanno dei problemi a leggere..mafiosi?Ponti?Parcheggi?....????....Son perplessa, le soluzioni sono due:
- io ho sbagliato indirizzo;
- loro sono leggermente(troppo) fuori luogo.
GM

Francesco D'Amore ha detto...

Grazie GM.

Fuori Luogo i rete si dice OT: Off Topic...

Ce gente che ha scambiato Marina Jonica per il salotto di bruno Vespa.

Qui si parla dei problemi della Calabria, è inutile scannarci su Veltroni, Berlusconi o chi per loro.

Noi abbiamo bisogno di strade ed aeroporti per sopravvivere. Questa è la mia idea. E non credo che una strada in più in Calabria o un aeroporto a Sibari sia un regalo alla ndrangheta.....

Potrei anche sbagliarmi...... ma secondo me il regalo alla mafia glie lo fa chi non vuole le infrastrutture.

Anonimo ha detto...

per fortuna lo amministri tu 'sto blog!
ma quale scrivere bene!questi deficienti sanno solo copiare!
se gli fai qualche domanda di storia fanno scena muta!

daniele ha detto...

tav o non tav è possibile che per fare appena 120 km ci mettiamo lo stesso tempo che ci mette un treno per farne quasi 500 attraversando 2 stati? forse togliendo i rallentamenti al castello di roseto e mettendo almeno un treno diretto per taranto senza cambi anche senza la tav si avrebbero risultati accettabili,o no? e invece che fanno? chiudono la stazione di sibari....agghiacciante.secondo me su questo si dovrebbe discutere.ciao

Anonimo ha detto...

L'unico vero problema della calbria e del sud in generale è la SUPERBIA DEGLI IGNORANTI siano essi calbresi o "forestieri"!

Anonimo ha detto...

perchè i problemi della calabria non sono questi anche????? ma cosa dite??? e poi cara GM sbagli tu in partenza a dire che quelle persone sono scappate dagli zoo...nn sarai un tantino invidiosa?? che loro sanno parlare meglio di te??? e poi a francesco non si fa nessun torto...ma quando si parla di mafia si ha sempre una reazione strana...boo!! cmq...è proprio vero che di certe cosa in calabria nn si puo proprio parlare...ADDIO

Anonimo ha detto...

Per carità! Io sono una convinta sostenitrice del "dici quello che più ti pare", nella vita uno fa ciò che vuole..la mia era una frase metaforica....la uso spesso, come a dire che non erano nel loro contesto ideale. Quello che non m'è tanto piaciuto era il modo e non il contenuto.
Per lo stesso motivo non me la prendo perchè hai scritto che sono invidiosa (il che, per la cronaca, non è affatto vero), puoi pensarla come ti pare.