lunedì 8 settembre 2008

RAI, di tutto di più....

RAI, di tutto di più..... ma a Montegiordano è un po di meno.
Forse anticipando il volere di alcuni insensati antistorici pensatori che ci vorrebbero fuori dalla regione Calabria, a noi Montegiordanesi viene sistematicamente vietato il diritto di informarci su quello che capita nella nostra regione, la Calabria (per chi non lo sapesse, siamo in Calabria).
Il telegiornale regionale è uno strumento essenziale per capire quello che succede nella nostra regione, per capirne l'evoluzione politica e per conoscerne i problemi.
Peccato che per noi Montegiordanesi, in particolare quelli che vivono in Marina, il telegiornale regionale sia una creatura sconosciuta, almeno quello Calabrese!! Si perché noi siamo informati su tutto quello che succede a Bari, Brindisi o Lecce, ma disconosciamo del tutto quello che avviene a Cosenza. Per qualche strano motivo infatti riusciamo a prendere perfettamente e chiaramente il telegiornale regionale Pugliese ma non quello Calabrese..... nemmeno quello Lucano!!!!
A me personalmente dei fatti Pugliesi non me ne frega una amato piffero!!!! Per quanto mi riguarda mi interesserebbe invece sapere come i nostri amministratori regionali amministrano i nostri soldi a Catanzaro, come viene gestita la provincia di Cosenza e come i nostri politici intendono risollevare le sorti della nostra regione.
Mi interesserebbe sapere quali eventi culturali vengono organizzati nella mia regione, e non essere a conoscenza di ogni dannata manifestazione nel Brindisino!!!! Vorrei essere messo al corrente dei fatti di cronaca, degli eventi Politici e mondani.... insomma, vorrei essere un cittadino informato sulla mia terra.

Grazie a internet qualcosa è migliorato. Ma la televisione resta ancora un mezzo potentissimo, quindi abbiamo bisogno del Telegiornale Regionale anche a Montegiordano Marina. Sembra anacronistico che nel 2008 ancora qualcuno vuole la Televisione!!! Ma da noi è così, ci manca anche la televisione.

In breve, il telegiornale regionale è un mezzo importante del quale non possiamo fare a meno. Ci serve questo mezzo e spero che qualche amministratore locale capisca il senso di questa richiesta e spenda bene il suo tempo e i nostri soldi per raggiungere questo, credo, non impossibile obiettivo.

Ciao.

14 commenti :

Anonimo ha detto...

il modo migliore per protestare controquesta cosa è quello di non pagare il canone rai.
semplice: niente servizio niente canone

Francesco ha detto...

Verissimo.

Dovremmo mobilitarci tutti.

Niente Servizio niente canone

Anonimo ha detto...

il canone non dovremmo pagarlo a prescindere!!

...

non si può arrivare a questo..un servizio va chiesto..siamo cittadini italiani oppure no???

possibile che dobbiamo essere sovversivi per forza??

Anonimo ha detto...

Il problema della televisione a Montegiordano è cosa vecchia.Su in paese non è che si stia meglio.Il nocciolo della questione è il gruppo di ripetitori di monte Capo Spulico.Hanno lo scopo di servire tutto il golfo cosentino e tutta la pre-Sila.Installati a fine anni 70 e oggi rinnovati per dare spazio a tutte le frequenze operanti nel digitale(400-870MHZ).L'impianto è perfettamente funzionante ma le parabole velate di cui è dotato sono rivolte verso sud.Per far si che Montegiordano,Rocca Imperiale e Oriolo vedano la TV regionale della Calabria bisogna installare dei riflettori e direzionarli verso i suddetti paesi.I costi sono elevati e il bacino di utenza e assai ristretto.Quindi a Montegiordano si preferisce far vedere la puglia.Un saluto e complimenti per il sito MarinaJonica.
PAOLO - ROMA

Francesco ha detto...

Tu sembri uno che ne capisce!!!


Ma come dovremmo fare per far si che questo schifo finisca!!!!

E' chiaro che tre paesi hanno un bacino limitato, ma siamo sempre parte del territorio!!!


Si deve trovare una soluzione.

ciao.

Anonimo ha detto...

oo Paolo di Roma caschi proprio a pennello!!!..se è come dici tu mi sa che siamo proprio sfigati!!!

con questa tua dichiarazione mi hai spento!!!

cmq il bacino di utenza ristretto non giustifica nulla!!

continuiamo a lottare per i diritti che ci spettano!

Francesco ha detto...

Il bacino di utenza ridotto poi mi sembra una cosa strana ed un ulteriore presa in giro (fermo restando che credo che paolo abbia pienamente ragione).


Se isoli un paio di paesi dal resto della zona, è normale che il bacino di utenza sarà ridotto.... se pensi invece a questi paesi nel contesto dell'Alto Jonio cosentino, il bacino di utenze non è ridotto per niente... anzi!!!

Dobbiamo riappropriarci del diritto alla territorialità!!!!

Anonimo ha detto...

Caro Francesco,
sono un ex radioamatore e avendo casa su in paese ho dovuto rispolverare tutti i miei libri di radiantismo per capire perchè a 600mslm la televisione non si vedesse bene.Il problema è solamente di natura tecnica,niente altri fini.Anzi la televisione si cerca di farla vedere a tutti per via degli introiti dovuti dalla pubblicità.Ricordiamoci che le emittenti si chiamano "concessionarie di pubblicità" quindi più si vede più si guadagna.
Dicevamo: per quanto riguarda la Marina,il segnale buono arriva da da Trazzonara località,nei pressi di Martina Franca, mentre il segnale per vedere il terzo canale con i Tg della Calabria arriva da Monte Scuro (vicino Cosenza,aiutatemi se sbaglio,siete più pratici voi che siete in zona).La Marina purtroppo non ha visibilità con Monte Scuro mentre il paese sì.Paradossalmente per vedere la Calabria in Marina si dovrebbe usare un antenna del tipo-omni direzionale e non le classiche Yagi di tipo direttivo.Penso che installando degli elementi riflettenti su Roseto per servire i comuni citati nel precedente post si creerebbe o una sovrapposizzione di segnale (con il risultato di non vedere nulla) o la necessità di avere sul tetto un accrocco di antenne in quanto il segnale che arriva dalla Puglia è in polarizzazione Orizzontale e quello che arriva dalla calabria è in verticale.
Siccome penso che la cosa sia tecnicamente impegnativa, auspico che con l'uso del digitale satellitare, Rai Sat permetta di vedere tutti i TG regionali separatamente e non a rotazione come sta facendo ora.Alla fine è il sistema migliore per non riempire le montagne di antenne nonchè un notevole risparmio di energia elettrica e meno inquinamento elettromagnetico.
Spero di esservi stato utile.
PAOLO - ROMA (ovviamente non è il cognome ma la città da dove scrivo)

Francesco ha detto...

Perfetto....

Mi hai convinto....

Quindi, se ho ben capito, aspettando un altro pochino, con l'introduzione e l'affermazione di Rai Sat, dovremmo essere finalmente in grado di vedere Rai 3 Calabria senza sbatterci più di tanto in petizioni e raccolte di firme.....

Speriamo...


Ciao.

Jetpac ha detto...

Se tu seguissi il telegiornale della Calabria.. cambieresti subito idea. Tranne qualche raro spunto di Pino Nano é assolutamente inutile, non dà notizie, ha un linguaggio arcaico e retorico, fa davvero pietà.

Anonimo ha detto...

minchia paolo, piero angela a te ti fa na pippa:-):-9

Paolo M. ha detto...

Sono solo 15 anni che sto sui tetti di Montegiordano per cercare di riuscire a vedere " Un Posto al Sole " in modo decente durante i miei soggiorni ricreativi.
Per Francesco:
sì! si spera che risolvano questa situazione via satellite anchè perchè non siamo gli unici ad avere questo problema.

PAOLO - ROMA

Anonimo ha detto...

ciao Paolo, ammiro il tuo perseverare sui tetti...ma con tanti telefilm proprio un posto al sole??? heheh..

Paolo M. ha detto...

Diciamo che lo faccio per fedeltà in quanto lo vedo sin dalla prima puntata ;-)

PAOLO