martedì 23 settembre 2008

Strade

Ci mancano le strade..... non abbiamo le strade, non possiamo muoverci.
Chi di voi è stato a Londra sicuramente sorriderà guardando la mappa che ho messo sul blog, praticamente è la mappa della metropolitana Londinese che idealmente viene estesa a tutto il mondo.

La metropolitana a Londra è un capolavoro di ingegneria umana a tutti i livelli... infrastrutturale, logistica, informatica e anche sociale. Mentre Londra con la sua metropolitana viaggia a velocità impensabili, le nostre città sono ferme, immobili. Roma praticamente non ha una metropolitana perché ogni volta che si inizia a scavare si scopre qualcosa, e per rispettare i luoghi dove una volta vivevano i cesari i Romani di oggi sono costretti a non viverci più.
Le nostre città sono lente e caotiche. Se ti fai un giro a Londra sembra un paesello di dodici milioni di persone..... se fai un giretto a Roma sembra una bolgia di quattro milioni di esasperati. Milano non sta meglio.
Stiamo trasformando le nostre città in musei e le nostre periferie in dormitori squallidi.
Fra un po i centri storici saranno abitati solo da venditori di souvenir, e gli antichi abitanti Italiani, eredi di quella gente che ha costruite quelle splendide città, saranno costretti a vivere in loculi prefabbricati in periferia, squallidi alveari che rendono anche la vita squallida.

Noi che vivano nelle province e nei piccoli paesi non stiamo certo meglio. Siamo abbandonati a noi stessi mentre avremmo un bisogno stringente di essere collegati con il mondo... vogliamo anche noi la fermata della Metropolitana Mondiale!!!! Una piccolina almeno... che ci permetta di arrivare a quelle più grandi.

In fondo vogliamo solo volare....


Ciao.

P.S.
Grazie Elusa per la mappa!!!! Un bacione grande e salutami la piovosa Londra.

29 commenti :

daniele ha detto...

caro ciccio nonchè fratello questa volta non sono d'accordo cn quello che hai detto: secondo te le reti metropolitane sono scarse perchè pensiamo piu all'arte che alla vita pratica, ma secondo me non è proprio cosi che stanno le cose. per esempio nel '92 a milano un km di metropolitana costava nell'ordine di 200 miliardi di vecchie lire mentre a francoforte per esempio nello stesso anno 50 miliardi. le cose sono due o a noi italiani ci volevano fare la cresta oppure le bustarelle date dagli appaltatori ai politici hanno fatto si che chi vinceva gli appalti doveva per forza alzare i prezzi della realizzazione.
oggi come allora le cose non sono cambiate, mani pulite è stata solo una brezza che ha rinfrescato l'aria ma niente di piu. con questo voglio dire che se non abbiamo servizi adeguati in italia non è certamentre per colpa della vecchie costruzioni romane a cui il rispetto è sicuramente dovuto ma a un sistema che permette sprechi e di conseguenza i servizi ne risentono.
qualcuno si è mai chiesto perchè da noi i servizi sono sempre peggio che nel resto del mondo civile?? se volevano a roma la metropolitana l'avrebbero fatta da un bel pezzo.......e senza ledere a nessuna meraviglia storica.

dan ha detto...

in piu secondo il tuo ragionamento se per caso un giorno a roma ci sara la crisi degli alloggi, distruggiamo il colosseo e ci facciamo un palazzo di 90 piani?????? non penso che le cose funzionano cosi

Francesco D'Amore ha detto...

daniè il problema è molto complesso.

Non sono a favore della distruzione del nostro patrimonio storico, figurati.

Tieni presente però che le linee metropolitane a Roma costano tantissimo sicuramente anche per la presenza della mafia, ma anche perché i lavori si fermano per tempi immemorabili dovuti ai ritrovamenti archeologici. Vedi piazza venezia.

Il problema che volevo sottolineare non riguarda solo le metropolitane ma le infrastrutture e l'architettura in generale.

A Roma per esempio, l'ultimo intervento significativo la fatto Mussolini!!!! Aprendo la strada del centro che Colosseo esce fuori Roma. MUSSOLINI!!!!! Quindi più di 60 anni fa!!! Sarebbe ora di muoversi o no???

Francesco D'Amore ha detto...

Mica devi ditruggere il colosseo, ma far vivere gli italiani nelle città italiane.

Anonimo ha detto...

si ma mussolini ha distrutto pure La ROMA MEDIEVALE della quale non cè traccia..e ha costruito la TERZA ROMA la ROMA FASCISTA che fa letteralmente schifo...sono punti di vista...

ps: e non perchè voglio andare contro mussolini anzi a roma ha modificato parecchie cose in positivo ma tu hai fatto l'esempio sbagliato chiedi ai romani stessi!!!


ciao palla

non è tutto oro quello che luccica!

Francesco D'Amore ha detto...

Beppe, il mio esempio era per far notare che l'ultima volta che si è messo mano al centro di Roma in modo sostanziale è stato più di sessant'anni fa.

Poi se chi l'ha fatto ha fattpo bene o mane è questione di gusti. E sui gusti si può discutere.
Io dico solo che dopo sessant'anni, una città che è la capitale d'Italia dovrebbe avere il coraggio di rinascere.
Sei d'accordo con me almeno che voi a Roma per spostarvi di una trentina di km ci mettete due ore!!! E' assurdo!!!!

Occorrerebbe rivedere la filosofia dell'architettura italiana moderna che, a mio avviso, è troppo conservatrice.

Ciao.

Anonimo ha detto...

questa volta non sono d'accordo con te uomo di tecnologia!
io sono una donna di storia,di letteratura latina e non posso assolutamente pensare di rinunciare al patrimonio storico ed artistico che è la nostra roma per farla assomigliare a una londra italiana! le lungaggini sono dovute alla burocrazia e agli interessi poco puliti che ci sono dietro(come dice daniele). il progresso non deve uccidere,ma conciliare il moderno con l'antico e roma ne dovrebbe essere l'esempio.è difficile lo so. P.

daniele ha detto...

francè le soluzioni per salvare i resti antichi e avere collegamenti veloci ci sono, esistono, ma non le applicano perchè, non voglio assolutamente fare il dietrologo, ci sono interessi in gioco che fanno si che il famoso km di metro a milano continui a costare 3 volte di piu che nelle altre citta europee.
in piu trovo mostruoso quello che in alcune citta d'europa è stato fatto: cioè abbattere i vecchi centri storici per fare nuovi lloggi e uffici, per non spostare tutto in periferia. vedi praga o londra.
meglio Roma, e se i nostri politici facessero il loro lavoro avremmo una città bella storica e con collegamenti veloci, per adesso accontentiamoci di averla storica.

Anonimo ha detto...

be, che dire, roma si fa amare per tante cose, ma a volte specie per me proveniente da una perla sul mare calma e silenziosa è stato difficile ambientarmi, proprio per il caos esagerato che si crea,

sono d'accordo con te per quanto riguarda il progresso infrastrutturale a Roma, in Calabria a Genova e dove vuoi, ma l'anonima studiosa di arte ha detto una cosa importantissima che riporto:

"le lungaggini sono dovute alla burocrazia e agli interessi poco puliti che ci sono dietro(come dice daniele). il progresso non deve uccidere,ma conciliare il moderno con l'antico e roma ne dovrebbe essere l'esempio!"

in sostanza l'Italia è il Paese che ha come numero di monumenti considerati patrimonio dell'umanità piu alto al mondo!! diciamo che l'Italia è,un patrimonio dell'umanità!! quindi per questo trova contrasti evidenti tra progressisti-ambientalisti-

..ci vorrebbero i progressisti ambientalisti per far riemergere l'italia dal punto di vista infrastrutturale!!! ma non so se esiste una roba del genere.

palla

Anonimo ha detto...

ciau uagliuuuu...
ke si dice??e' da tanto tempo ke nn vengo sul blog..ma appena posso faccio sempre un salto!!sono in irlanda,a dublino, col minkione di donaddio..qui e' bellissimo..c'e' musica dappertutto molto simile alla nostra..amke x come si balla..se potete venite a visitarla(tu france ci sei gia stato,ah)!!
noi mo ci andiamo a prendere una guinness..un saluto a tutti i montegiordanesi..

gaetano e domenico

ps:ho visto la foto della luna..aqqua sa sogn'n

Francesco D'Amore ha detto...

Vi faccio una domanda che magari potrebbe essere fraintesa....


Mettiamo il caso che tanti anni fa, nell'antica Roma, ci fossero gli ambientalisti-talebani che abbiamo oggi in Italia e questi fossero contrari alla costruzione di un enorme edificio ludico al centro della città.... Il Colosseo!!!!

O mettiamo il caso che gli antichi ambientalisti-talebani vedessero come un affronto alla città la costruzione della Mole Antonelliana al centro di Torino perché così alta poteva dar fastidio agli altri edifici....... Oggi non avremo il Colosseo e la mole Antonelliana.....

Quello su cui vorrei farvi riflettere e che l'Italia oggi viene ricordata solo per le grandi cose fatte nel passato, perchè oggi abbiamo troppa paura per farle. E anche perché oggi siamo troppo conservatori per guardare avanti.
Chi si ricrderà della nostra Italia contemporanea.....???? Ai nostri nipoti lasceremo qualcosa di Grande come hanno fatto i nostri padri con noi? Ci stiamo solo accontentanto di conservare quello che c'è già! Michelangelo, Raffaello, Leonardo erano dei visionari, non credo che le loro arti venissero approvate dai più!!! però qualcuno ha rischiato e non ha avuto paura di dargli retta.
L'ultima volta che siamo stati arditi in architettura è stato con gli artisti Futuristi negli anni trenta... troppo poco....... 60 anni fa!!!


So che sono delle posizioni un o difficili da difendere....e io non sono sempre molto bravo ad esporre il mio pensiero..



Però.... agli amici che sono a Dublino. fatevi un giro su O'Connel Street e in mezzo alla larga strada si vede un obelisco gigantesco d'acciao, ipermoderno proprio al cntro della città vecchia. All'inizio stona un po.... ma poi se ne capisce il significato. La modernità spaventa.. ma noi viviamo oggi, non nel 400 a.C.

ciao ciao

Anonimo ha detto...

la frase storica dei nostri tempi è :"non c'è piu il futuro di una volta" frase molto vera e in questo caso riferito alla nostra precarietà..ma sottolinea uno stato di blocco..uno sentimento di sfiducia verso il futuro, da questa frase si deduce la fase di coma etilico che il nostro Paese sta vivendo da 20 anni a questa parte!!! a un certo punto la globalizzazione e la tecnologia appunto ha travolto il pianeta...e gli uomini hanno reagito come meglio credevano..gli uomini mediterranei e quindi italiani hanno avuto uno shock, e si sono frenati, come per dire: "aspettate un attimo..cosa succede???..gli anglosassoni hanno ritenuto che quello che stava accadendo fosse un'opportunità e si sono adeguati di conseguenza!!!

noi abbiamo pensato e continuiamo a pensare che in tutto questo trambusto è meglio conservare il nostro tesoro prima che il progresso ce lo porti via!!..

..quando riusciremo a capire che il progresso e la tecnologia possono essere usati per il bene comune e per migliorare la condizione di tutti, allora l'italia sarà perfetta!!!

ps: non so perchè le nostre civilta passate costruivano e progredivano in maniera eccellente per quei tempi, forse non avevano nemmeno idea di che cosa erano capaci di fare, e cosa fossero diventati 2008 anni dopo!!!


ciao

palla

Francesco D'Amore ha detto...

Ecco... quello di palla è proprio quello che penso io!!!

Bravo!!!

Se ci svegliamo possiamo tornare ad essere grandi. Basta cacciarci da dosso la paura di sbagliare.

daniele ha detto...

ragà a costo di sembrare un dietrologo e un bastiancontrario devo dire che ancora una volta non sono d'accordo.
la civiltà romana progrediva a vista d'occhio perchè (almeno all'inizio dell'impero) i suoi senatori e tutti gli altri "amministratori" dell'impero avevano come unico obbiettivo di far diventare grande Roma. significativo è il fatto che per molti storici Roma cadde quando comincio a esserci la corruzione all'interno del senato e degli apparati militari. i barbari se fossero scesi 400 anni prima i romani gli avrebbero rotto il culo.
i nostri di amministratori di far progredire l'italia non se ne fregano niente o almeno cosi mi sembra. la corruzione esiste oggi come nel 92, i politici che abbiamo non sono all'altezza. destra sinistra centro e di lato fanno tutti i loro interessi.
questo è il mio parere ovviamente.
francè di ingegneri e scienziati ne abbiamo a quintali e di bravi ma per realizzare un'opera devi passare sempre dalla politica.
il fatto che dici tu degli ambientalisti, ricade nella stessa sfera politica. per esempio la tav c'è bisogno di fare tanto casino??? mha

Francesco D'Amore ha detto...

Daniè il problema è proprio politico come dici tu... e la politica è la nostro specchio. I nostri politici sono così perchè l'Itlaia moderna è+ così.

La tav...ad esmepio, non c'è bisogno di fare nessun casino... serve??? Serve Davvero?????

Allora si fa. Punto. Questa è la maniera di pensare che ci ha fatto campare da oltre 3000 anni.Oggi però ci siamo dimenticati chi siamo.

ma stiamo piano piano riacquistando la memoria...

daniele ha detto...

no aspetta guarda che 3000 anni di vita devono pur servire a qualcosa: se la tav serve e non ha un grossissimo impatto ambientale (come del resto non ha) allora si fa. Solo che qualcuno dice che non si puo fare se no perde voti altri la vogliono fare se no li perde lui.
questi sono i nostri veri problemi

Anonimo ha detto...

il vero problema?? è chi ci amministra!!! dai piccoli comuni fino a Roma!! sono tutti vecchi anziani!!! a noi giovani italiani ci manca il fatto di proporci come leader dei partiti politici!!! si riempiono la bocca con la parola "esperienza" i vecchietti e fanno i boss..credono di avere esperienza e non hanno fiducia nei giovani...

es: il partito democratico è composto da gente che c'è da una vita!! ma dico io i giovani del partito democratico sanno solo ascoltare le cazzate che dice veltroni??? non potrebbero proporre una squadra di governo??? la stessa cosa vale per l'italia dei valori, per il pdl, per i socialisti!!! il fatto è che come dice daniele passa tutto prima dalla politica e chi è la politica??? i vecchi!!! cazzo siamo dei rammolliti..non ci ribelliamo nemmeno al fatto che dovremmo mandare tutti a casa i vecchi politici con nuove proposte proprio all'interno dei partiti!!!

uno stesso Dalema o un Gasparri o un Veltroni o un Cicchitto o un Bersani o un Minniti ...Ma cu cazza su???? che hanno la carta bianca per presiedere i loro partiti??? ma i giovani che stanno dietro sta gente e che decidono di mettersi in politica ce li hanno i coglioni di prenderli dal colletto e sbatterli fuori?? e proporre ideee nuove??? e che cazzo di generazione impaurita di sti quattro boss mafiosi!!!

facciamo governare sti nonni rammolliti..ma cos'hanno piu di noi???

il fatto è che siamo giovani dispersi che pensiamo solo alle mode e agli occhiali di lapo elkan...e prendiamo come modello quello che ci propone la tv di berlusconi..le ragazze vogliono diventare veline!! e i maschi tronisti!!! si ok ci sono tante menti eccellenti e ci sto ma sono tanto eccellenti quanto conigli...conigli perche ripeto non hanno anzi non abbiamo i coglioni di rivoluzionare il sistema fondato sulla fiducia verso i VECCHI!!!

Francesco D'Amore ha detto...

Si si ... anche questa è una cosa che condivido. La generazione prima della nostra ha qualche problema a lasciare lo scettro.

Anonimo ha detto...

lo scettro ce lo dobbiamo prendere noi!! se no hai voglia ad aspettà il progresso che arriva!!
fondiamo il partito dei giovani max 45 anni!!! fondiamo una nuova corrente ideologica !

Anonimo ha detto...

sapete qual'è il problema? è che noi cerchiamo la nostra identità guardando gli altri paesi europei.fra,mi dici che cosa abbiamo noi in comune con londra?!
noi dobbiamo pensare al futuro avendo chiaro quello che siamo.non possiamo andare avanti senza essere consapevoli di quello che è ed è stata l'italia.non c'è futuro senza passato.imitare i paesi europei non aiuta.vedi le riforme sulla scuola e sull'università.noi non siamo l'america o la germania!
imparare dagli altri vuol dire adattare a sè,alla propria realtà,non ricopiare!


fra poi cosa vuoi dire che la metropolitana è uguale al colosseo!quali sarebbero le "opere" verso cui siamo scettici? P.

Francesco D'Amore ha detto...

Mica ho detto che la metropolitana è come il Colosseo.... ho detto solo che prima avevamo più coraggio nel fare le cose.

Senza andare troppo lontano, anche nel Rinascimento Italiano avevamo molto più coraggio nel fare le opere e nelle nostre risorse umane.

Poi nessuno dice che dobbiamo copiare le cose che fanno negli altri paesi. Il problema che in Italia abbiamo perseverato diabolicamente su molti errori proprio perché pensavamo osticamente che gli altri stavano sbagliando mentre noi eravamo nel giusto. L'Università Americana e inglese (anglosassone in pratica) ha un sistema nettamente migliore del nostro, sono i risultati a dirlo. Non dico copiare.. ma almeno imparare dai nostri vicini si!!!

Per quando riguarda la sanità invece credo che, tirate le somme, devono essere gli altri a imparare qualcosa da noi.
Dovremmo essere più umili è ammettere i nostri errori e riconoscere quando qualcuno fa le cose miglio di noi. Abbiamo molto da imparare da Londra, non copiare ma imparare si.

Francesco D'Amore ha detto...

fatevi un giro in quella città e poi mi direte.

Anonimo ha detto...

a londra ci sono stata e mi è piaciuta in quanto londra e basta,senza fare paragoni.

sulla scuola non sono affatto d'accordo con te. il bagaglio culturale e la preparazione COMPLETA che si può avere in italia se la sognano gli americani! sarà che ho fatto studi classici ma per me la preparazione scolastica americana non è a livello della nostra,fidati.
ho visto americani al louvre odiati dalle guide per la loro ignoranza.idem ad atene.

per me si può imparare per quello che non abbiamo e non il contrario. P.

Anonimo ha detto...

Beh...ke nella scuola italiana sia tutto rose e fiori non esageriamo...ci sono ancora un pò di capre ke insegnano e creano a loro volta capre..
Portaci 10 liceali al Louvre e vediamo quanti si mostrano ignoranti!

Ma non si può nascondere un buon livello di cultura e istruzione per la maggior parte della popolazione..senza considerare fior e fior di cervelli che sfornano le nostre università!

Concordo ke il male del Bel paese è la politica...ke esercita il proprio potere non x risolvere problemi gravi e pesanti per gli italiani ma spreca risorse e tempo per risolvere varii problemini di politici e loro familiari...vedi Mastella con De Magistris, vedi Berlusconi con il Lodo Alfano..vedi Bossi con i prof terroni xkè il figlio è stato bocciato alla maturità!

Ma il ponte sullo stretto LO VOGLIONO fare mentre la TAV ancora ha problemi di ACCETTAZIONE SOCIALE...e vabbè...invece di far capire ai nostri cari politici ke ciò ke decidono non ci sta bene pensiamo a incatenarci davanti a discariche e fare manifestazioni ambientaliste...e vabbè...

Anonimo ha detto...

per la cronaca:il figlio di bossi è stato bocciato da una commissione di professori tutti settentrionali.gli è andata male!

Anonimo ha detto...

Ah...cmq Londra è magnifica!
Le cose sono ben organizzate e soprattutto c'è rispetto per tutto da parte di tutti...una concezione ke in Italia ci manca!

Però permettemi...penso ke ki di voi c'è stato mi darà ragione..ma quel suppostone ultra moderno nella zona del Tower bridgenon è un pugno all'occhio???

Francesco D'Amore ha detto...

Io sinceramente quando viaggio i paragoni li faccio. Sempre. E questo perché spero sempre di riportare in Italia le cose buone che ho visto fuori..... e di apprezzare meglio le cose magnifiche che abbiamo in Italia.

Sulla scuola.... guarda, io non posso dire niente sulla preparazione classica perché sinceramente sono abbastanza ignorante. Sulla preparazione scientifica però noi Italiani abbiamo tanto da imparare dal modno anglosassone. Ogni tanto qualche buon cervello lo cacciamo fuori anche noi, ma io non sto parlando di geni. Sto parlando di sistema. E i risultati dicono che il sistema anglosassone, puramente meritocratico, è migliore (anche se spietato).

Io sono orgogliosamente italiano, ma questo non vuol dire notare i nostri difetti.

Per il louvre... vorrei risponderti che magari gli studeti americani ti sanno dire tutta la storia azteca e magari sanno a memoria i nomi della rivoluzione americana e della guerra di secessione. Io non ne consco nemmeno uno. In quel caso la figura da ignorante la farei io europeo che invece conosco a menadito la gioconda e Leonardo da Vinci.

La storia è importante in relazione a chi la ascolta, ad un americano o ad un cinese magari interessano gli aztechi o i nomi della dinastia Ming e probabilmente se ne strafttono della Gioconda e di Leonardo da Vinci.
L'Europa non è il centro del Mondo.

Francesco D'Amore ha detto...

A dimenticavo.... A me quel suppostone (non so chiamarlo altrimenti) piace.

Se ci stai sotto ti fa un'impressione incredibile. Data la forma, non riesci a vederne la sommità e sembra ancora più alto.


Ciao.

Anonimo ha detto...

sono daccordissimo con francesco per quanto riguarda il fatto che l'europa non è il centro del mondo!!

PS. All'anonima del 24 sett. delle 20 e02:sono sicuro che per quanto possa essere enorme il tuo bagaglio culturale ANCHE TU se andassi in nuva zelanda o in groellandia o in regioni disperse del perù faresti la figura dell'ignorante..e ti posso garantire che il sistema scolastico Americano è quasi perfetto , perchè ti forma in tutti i sensi!! la Scuola Italiana e l'università è organizzata a cazzo di cane...e si vedono i risultati...dei giovani di oggi CAPRE!! altro che letteratura e filosofia!!