venerdì 5 agosto 2011

Habemus Sezione...

Come si faceva una volta, quando la politica era soprattutto radicamento sul territorio e presidio, V.E.F. ha una sua sezione. Una sua cellula in Piazza Tarsia a Montegiordano Paese. Vogliamo dare l'impressione che passato il Santo la festa continua, che fare politica non deve necessariamente coincidere con la gestione di una campagna elettorale. Fare politica, quella che piace a noi, vuol dire prendersi cura di qualcosa, di qualcuno. Vuol dire rinnovare giorno per giorno un atto di amore verso un territorio e verso le persone che lo vivono.

Il vessillo Veffiano su Piazza Tarsia ha questo significato. Fatevi un giro in Piazza e alzate la testa verso l'uomo che da il Benvenuto al viandante. Proprio sopra il suo cappello sventola la bandiera che vuole raccogliere quei Montegiordanesi che si sono stancati di seguire i soliti tromboni ma che hanno intenzione di creare qualcosa di nuovo, di raccogliersi intorno a idee nuove e di condividerle. 
Da mesi ci riunivamo a casa mia per parlare di come uscire dalla semplificazione politica del pensiero binario, convinti che non sempre se non è uno allora deve essere zero.
Non si può affrontare con approcci da prima repubblica il problema della sopravvivenza di un paesello di duemila anime che ha solo bisogno che i suoi figli si riuniscano dietro proposte e azioni che possano farlo crescere. Sono questi i propositi che spingono V.E.F. a radunarsi ogni settimana da qualche mese a questa parte.
Chi si sente rappresentato da V.E.F. non mette certo in dubbio i suoi convincimenti Politici. Io stesso sono un liberal-conservatore e credo che ormai difficilmente cambierò idea. Sono iscritto ad un partito di destra, FLI, e mi sento rappresentato al meglio dalla sua linea. 
Mi rendo conto però che sventolare bandierine rosse o nere in un paesello come Montegiordano serve solo a chi quella bandierina la porterà davanti il signorotto Cosentino o Catanzarese, sicuramente non servirà a Montegiordano che ha invece bisogno di tutt'altro. 
I puzzle politici, come quello che regge l'attuale amministrazione, servono solo a sopravvivere, ad andare avanti per inerzia senza scopo alcuno che la semplice e fatale rappresentanza. 
Perché dividerci artificiosamente su basi inesistenti se qui invece servirebbe un unione di intendi fra volenterosi?
Quando Montegiordano diventerà una grande realtà, dinamica e veloce, ci sarà tempo per le divisioni. Ora è tempo di sopravvivere. 
Alcuni potrebbero pensare che questo approccio fa parte dell'antipolitica più banale. Niente di più falso. Noi amiamo la politica nella sua versione più autentica, quella che la vuole come l'arte dell'amministrare la cosa pubblica. Non siamo contro la Politica e nemmeno contro i Partiti. Certo non possiamo soffrire i parolai, di Destra e di Sinistra, i demagoghi che amano i comizi ma che snobbano i tavoli di lavoro, i principi della discordia, i grigi burocrati. Tutta questa gente difficilmente riuscirà a comprendere il nostro modo di fare. 

Abbiamo bisogno di più gente, di ragazzi che vogliono darci una mano. Non importa chi siete o chi diavolo sostenete, se andate in giro con  il santino rosso o nero, o se siete disgustati da entrambi.
Se avete intenzione di conoscere quello che facciamo e di aiutarci a farlo meglio, vi invito a contattarmi. L'unica soluzione è la partecipazione. Chi si lamenta ma non agisce fa parte del problema, non della soluzione.

E noi i problemi vogliamo risolverli. Con l'aiuto di tutti.  

P.S.
Per conoscere nei dettagli di cosa si occupa V.E.F., visitare il sito www.ilrovescio.com o continuate a seguire questo blog. Per contattarmi, anche in forma privata e aderire al movimento: francesco.damore@gmail.com

Buona Discussione.

1 commento :

lalnatur ha detto...

Grazie Francesco per questo tuo appassionato articolo che racchiude la sintesi vera del nostro movimento. Montegiordano al primo posto... Passione, Impegno e Professionalità, tre elementi alla base del nostro Gruppo che, grazie alla collaborazione di tutti coloro i quali sono e saranno coinvolti in questo importante e vitale progetto per Montegiordano, porteranno Vita Energia Futuro ad essere molto più forte e competitiva alle prossime elezioni amministrative.
A breve apriremo una sezione in Paese, come accennato da Francesco, e sarà il centro del nostro Movimento. Da qui partiranno tutta una serie di attività operative importanti volte al coinvolgimento di quanti vorranno sostenerci e/o impegnarsi attivamente in prima persona.
Tante sono le attività in cantiere, e tante altre arriveranno sicuramente da chi sente la necessità che è giunto il momento di Cambiare rotta.
Aspettiamo una risposta da tutti voi che come noi siete animati da sentimenti veri per il nostro Paese.

Rocco Introcaso